Home Musica News Musica

La Universal Zulu Nation di Afrika Bambaataa ha cambiato i vertici

In un comunicato, l'organizzazione fondata dal rapper dice di aver rimosso "TUTTE le persone" legate alle accuse di molestie

La Universal Zulu Nation è un'organizzazione fondata nel 1973 da Afrika Bambaataa

La Universal Zulu Nation è un'organizzazione fondata nel 1973 da Afrika Bambaataa

La Universal Zulu Nation ha annunciato venerdì che ci sono stati cambiamenti nella loro organizzazione, un mese dopo che il suo fondatore, il pioniere dell’hip hop Afrika Bambaataa, è stato accusato di aver molestato sessualmente un adolescente negli anni Ottanta. “Come parte di questa ristrutturazione, TUTTE le parti direttamente sotto accusa e anche quelle accusate di aver insabbiato questi fatti sono stati rimossi dalle loro posizioni”, ha scritto l’organizzazione culturale in una dichiarazione venerdì.

Dopo l’annuncio della Universal Zulu Nation lo scorso venerdì, l’avvocato di Bambaataa, Charles Tucker Jr., ha detto in una dichiarazione a Rolling Stone, “Bambaataa non è parte della leadership dell’organizzazione da anni. Alla fine dei fatti abbiamo ancora delle affermazioni non confermate da presunte vittime che sembrano più concentrate sulla ricerca di pubblicità, sensazionalismo, vendetta e qualche forma di pagamento. Non si può insabbiare qualcosa che non è mai successo. La vera tragedia è che questo fatto toglie attenzione verso le vere vittime che subiscono abusi ogni giorno nel nostro Paese. Non c’è mai stata la ricerca di alcun tipo di giustizia. Il piano delle persone coinvolte è molto chiaro, Zulu Nation continuerà a fare il grande lavoro che ha sempre fatto e Bambaataa a combattere senza sosta ogni forma di violenza, per dare voce alle vere vittime di violenza che sono presenti nella nostra nazione che spesso vengono dimenticate dai media”.

Ad aprile, un uomo di nome Ronald Savage aveva dichiarato all’emittente radio Shot97 che, senza troppi giri di parole, era stato ripetutamente obbligato con la violenza da Donovan a praticare sesso orale. In un libro di memorie, Impulse, Urges and Fantasies Savage racconta di come il fondatore della storica crew Zulu Nation abbia ripetutamente abusato di lui, all’epoca appena adolescente.

In una dichiarazione a Rolling Stone, Bambaataa aveva definito le accuse di Savage “senza fondamento” e un “tentativo codardo di ledere la mia reputazione e eredità lasciata all’hip-hop”.

“Io, Afrika Bambaataa, colgo l’opportunità su consiglio del mio avvocato per negare tutte le accuse di molestie sessuali da chi me le ha rivolte. Queste accuse non hanno fondamento e sono un tentativo codardo di ledere la mia reputazione e eredità lasciata all’hip-hop. Questo attacco alla mia persona non mi fermerà dal continuare la mia battaglie e di oppormi alla violenza nelle nostre comunità, nella nostra nazione e nel mondo intero”.

Nelle settimane successive, altre tre persone hanno mosso accuse di molestie sessuali nei confronti del rapper.

Altre notizie su:  Afrika Bambaataa