Home Musica News Musica

La reazione dei fan alla bufala del nuovo tour dei Daft Punk

Ci avevamo sperato un po' tutti, dopo il misterioso segnale apparso su internet, ma l'annuncio di Alive2017 si è trasformato nell'ennesima delusione per chi, da anni, aspetta il ritorno dei Daft Punk

Un frame dal documentario "Daft Punk Unchained"

Un frame dal documentario "Daft Punk Unchained"

Anche se c’era da aspettarselo, anche se era troppo bello per essere vero, alle voci scatenatesi sul web tramite alive2017.com ci avevano sperato un po’ tutti: gli indizi c’erano tutti, mancava solo l’annuncio ufficiale di un nuovo tour dei Daft Punk.

Non è la prima volta che una bufala messa in rete riesce a creare l’isteria collettiva intorno alla coppia di producer più ricercata al mondo, ma questa volta la beffa era stata progettata a regola d’arte tanto da sembrare un annuncio criptato proveniente da un altro pianeta: insomma, in pieno stile Daft Punk.

Infatti, i rumors sul ritorno dal vivo della loro leggendaria piramide negli ultimi anni non hanno mai smesso di acquietarsi, soprattutto se si guarda alla ricorrenza che vedrebbe proprio il 2017 come anno perfetto per siglare la tradizione nata grazie ai precedenti tour – e conseguenti album dal vivo – Alive 1997 e Alive 2007.

Purtroppo, le coordinate nascoste nel codice HTML del sito – che indicavano Parigi, Los Angeles, Londra, New York, Tokyo, San Paolo, Ibiza, Indio e l’area di Perth come mete papabili a ospitare Alive2017 – si sono rivelate l’ennesima panzana 2.0, lasciando tutti i fan di Thomas Bangalter e Guy-Manuel de Homem-Christo a bocca asciutta, un’altra volta ancora in attesa di rivedere dal vivo i caschi spaziali più famosi del pianeta.

Leggi anche