La disco non è morta, chiedetelo a Louie Vega

Il 29 giugno uscirà "NYC Disco", un doppio album che contiene storici inni disco rimasterizzati ma anche inediti, come la "Love Paradox" ft. The Martinez Brothers che abbiamo in anteprima.

Il nuovo album di Louie Vega, NYC Disco, nel suo titolo racchiude due dati molto importanti. Il primo è che la naturale evoluzione dancefloor del funk non solo non è morta ma lotta insieme a noi. Il secondo è che, in questo revival eterno nel pop, è bene tenere a mente le radici della disco.

New York City infatti ne è il fulcro, che l’ha generata da un turbine sotterraneo della comunità gay e solo dopo, quando probabilmente aveva già perso la sua connotazione politica e sociale, è arrivata al grande pubblico con prodotti di consumo di massa come John Travolta tutto impomatato ne La Febbre del Sabato Sera.

E la storia di NYC Disco non poteva che nascere da un lavoro di recupero e studio dei grandi inni disco degli anni ’70 e ’80. In contatto Michael Weiss, figlio del fondatore della storica Sam Records, Louie Vega ha potuto rimettere mano ai master multitraccia originali dell’etichetta. Poter toccare con mano i reperti audio più preziosi della disco deve aver acceso qualche lampadina nella mente del signore della house newyorchese.

Quel primo slancio ha acceso l’entusiasmo di Louie e Micheal, che a un certo punto si saranno guardati negli occhi e avranno detto: “Ok, facciamo un album”. Ma un vero album di pezzi originali, stavolta, con dentro tutti i più grandi esponenti storici della scena ma anche chi come i Martinez Brothers ha attinto dalla disco per creare qualcosa di nuovo (avevamo parlato anche di disco quando li abbiamo incontrati l’anno scorso a Ibiza).

Qui sopra abbiamo in anteprima Love Paradox, granata di endorfine capace di mostrarci già uno spiraglio di weekend. Ed è solo un assaggio di NYC Disco che conterrà due CD, uno di pezzi originali e uno di quei famosi inni del catalogo Sam Records completamente rimasterizzati. NYC Disco uscirà il 29 giugno per Nervous Records.