Home Musica News Musica

Keith Richards: «”Sgt. Pepper” dei Beatles è spazzatura»

E i Beatles non erano proprio quei bravi ragazzi che tutti pensano. In un'intervista a Esquire il chitarrista degli Stones si lascia andare ricordando gli anni Sessanta

«Dicevano di noi, ma le ragazze assaltavano i Beatles», Keith Richards ha qualcosa da dire. Fonte: Facebook

«Dicevano di noi, ma le ragazze assaltavano i Beatles», Keith Richards ha qualcosa da dire. Fonte: Facebook

Keith Richards è rimasto di stucco dalla scelta che Rolling Stone ha fatto, nominando Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band il miglior album di tutti i tempi. In una recente intervista con Esquire, il chitarrista dei Rolling Stones (che recentemente ha raccontato del suo rapporto con la droga) ha messo in competizione l’album con l’esperimento psichedelico della sua band, pubblicato nello stesso anno.

«I Beatles suonavano bene quando erano i Beatles», ha detto. «Ma non ci sono molte radici nella sua musica. Penso che siano fatti prendere un po’ la mano. Perché no? Se tu fossi stato i Beatles negli anni Sessanta, ti saresti fatto prendere la mano, dimenticandoti quello che volevi fare davvero. E inizi a scrivere cose tipo Sgt. Pepper. Alcune persone pensano sia un album geniale, ma io credo sia un miscuglio di spazzatura, simile a Satanic Majesties: “Oh, se lo potete fare voi, allora possiamo anche noi”».

Ha anche detto che, nonostante l’immagine un po’ selvaggia degli Stones negli anni Sessanta, i Fab Four non erano da meno – se non addirittura più di loro. Dopo aver ricordato le migliaia di «screaming chicks» durante gli show degli Stones, tira fuori i ragazzi di Liverpool. «Dicevano di noi, ma i Beatles? Le ragazze li sfinivano», dice Richards. «Hanno smesso di fare tour nel 1966, non ce la facevano più. Erano pronti per andare in India eccetera».

Keith Richards è pronto a far uscire il suo album solista il 18 settembre.

Leggi anche