Keith Richards: «Le droghe di oggi sono noiose, mi scuso con Mick per la battuta sulla vasectomia»

Il mitico chitarrista dei Rolling Stones è tornato con le sue dichiarazioni sempre sopra le righe, tra la nuova e "insolita" sobrietà e le scuse dopo l'infelice uscita sull'ottava paternità di Jagger.

Gli anni passano, cambiano i governi, la società, le tendenze e la musica, e se anche il rock & roll non è più il suono che domina le classifiche mondiali o se le nuove generazioni si rispecchiano più nei beat e nelle rime del rap che nell’isteria della Brit Invasion, un certezza rimane: Keith Richards e le sue dichiarazioni sempre gradite.

In una recente intervista rilasciata al Telegraph, il leggendario chitarrista dei Rolling Stones ha parlato della sua vita finalmente sobria, dove i suoi unici vizi sono “caffè e sigarette”. Tuttavia, le ragioni di questa inusuale sobrietà di Keith non sembrano essere dettate dall’età: «Le droghe di oggi non sono più interessanti, sono molto istituzionalizzate e noiose. E comunque, le ho fatte tutte».

Insomma, per il musicista che meglio rappresenta l’antidoto a qualunque spot anti-droga – in passato si è definito ‘un abile farmacista’ – l’addio alle sostanze sembra più legato a un discorso qualitativo. Anzi, Richards non è nemmeno certo che di un vero addio si tratti: «Non dico di esserne definitivamente uscito, fra sei mesi potrei ricaderci. Ma attualmente non tocco nulla da un paio di mesi», ha dichiarato il chitarrista, definendo la novella sobrietà “insolita”.


Ma l’intervista al Telegraph, in cui ha anche parlato dell’imminente tour UK degli Stones, non è stata l’unica dichiarazione importante per Keith. Il chitarrista si è voluto scusare ufficialmente con il collega Mick Jagger per la sua uscita con il Wall Street Journal (a dicembre 2016), quando commentando l’ottava paternità dell’allora 73enne Jagger, aveva detto: «Mick è un fottuto vecchio bastardo … È il momento di fare un taglietto, non puoi diventare padre a quell’età. Quei poveri bambini!». Ritornando quindi sull’infelice battuta in cui consigliava all’amico una vasectomia, Richards ha twittato, “Sono profondamente pentito per i commenti su Mick pubblicati dal WSJ, erano davvero fuori luogo. Ovviamente mi sono già scusato di persona con lui».

Rimanendo in tema Stones, Richards ha anche annunciato l’arrivo di un nuovo lavoro in studio, il seguito di Blue and Lonesome, l’album di cover blues targato 2016: «Potrà sembrare che stia parlando come Trump – “Succederà, non vi preoccupate!” – ma il disco è alle sue prime fasi». «Abbiamo già buttato giù alcune idee e sono davvero interessanti. Più siamo distanti più per noi è difficile scrivere, ma questo ha anche i suoi benefici perché quando torniamo a farlo scriviamo da prospettive diverse».

Leggi anche: