Home Musica News Musica

Keanu Reeves una volta ha trollato dei metallari suonando i Grateful Dead

L'attore di "Matrix" e "John Wick" racconta il suo momento più imbarazzante con i Dogstar, la band alternative rock attiva dal 1991 al 2001

Keanu Reeves

Foto Christopher Jue/Getty Images

Tra i molti side project musicali degli attori di Hollywood – Johnny Depp, Ryan Gosling, Bruce Willis, Kevin Bacon, Russell Crowe, Kevin Costner, Steven Seagal (e via così) sono tutti accomunati dal far parte di una, spesso mediocre, band – uno dei più credibili, anche solo per la coolness intrinseca al personaggio, è stato quello dei Dogstar di Keanu Reeves, gruppo alternative rock attivo dal 1991 fino al 2001. 

In un’intervista appena pubblicata su GQ, l’attore di Belli e dannati, Bram Stoker’s Dracula, Matrix e, più di recente, gli ottimi John Wick 1 e 2, ha raccontato che nel 1992 la sua band fu misteriosamente scritturata per suonare al Milwaukee Metal Fest, accanto a band come Cannibal Corpse, Agnostic Front, Obituary e Deicide.

I fan del metal, di solito non terribilmente tolleranti, iniziarono a fischiare di brutto i Dogstar. Così Keanu ebbe un’idea geniale: “Venivamo subito dopo i Murphy’s Law (incazzatissime leggende punk-hardcore di New York, ndr). Puoi immaginare la reazione della gente. Così decidemmo di suonare una cover dei Grateful Dead”.  

“Abbiamo pensato: ci odiano. Che facciamo? Ci urlavano ‘Fanculo, fate schifo'”, continua Reeves. “Facciamo una bella cover dei Dead! Mentre suonavo avevo un sorriso grande così”, ha rivelato l’attore. 

Leggi anche