Home Musica News Musica

Jägermusic Lab ha finalmente scelto i 10 concorrenti da portare a Berlino

La prestigiosa academy che scopre talenti dell'elettronica italiana ha scelto i 10 concorrenti che vivranno per due settimane a Berlino. Ci saremo anche noi, ovviamente.

C’eravamo anche noi fra la giuria nel primo step del Jägermusic Lab, l’academy messa in piedi da Jägermeister per trovare nuovi talenti nell’elettronica italiana.

Erano inizialmente 20 i candidati ai 10 giorni di accademia messi a disposizione dall’amaro tedesco, un’esperienza intensa e formante sugli aspetti più disparati del mestiere dello spippolatore elettronico: dalla produzione in studio fino all’analisi del mercato musicale. Di questi 20 sognatori, solo 10 sono stati scelti dalla giuria, composta da vari giornalisti (tra cui appunto il nostro Claudio Biazzetti), e professionisti del settore come Alex Tripi e Nello Greco, fondatori della Mat Academy, il DJ Luca Agnelli o Luca Pechino, fondatore di una delle agenzie di booking più affermate nella scena club italiana.

E proprio questa agenzia, la Reflex, offrirà al vincitore la possibilità di entrare nel proprio prestigioso roster. In più, chi si porterà a casa il premio dell’academy firmerà anche un contratto con l’etichetta Etruria Beat e potrà suonare negli eventi supportati da Jägermeister tra agosto e settembre, come il Kappa FuturFestival e il Movement.

In attesa che i 10 ragazzi volino nella capitale dell’elettronica europea il 7 maggio—ci saremo anche noi e ci potrete seguire nelle nostre attività social—diamo un’occhiata ai concorrenti:

FABRIZIO DE SANTIS

Fabrizio ha l’attitudine del vero clubber, con produzioni dark-tech supportate da dj come Pan-Pot e Marco Faraone. Il suo carattere esuberante fa da contrappeso all’indole artistica, in grado di coinvolgere ogni tipo di pubblico.

GIZA DJs – GIAN PIETRO DRAGONI e TIZIANO SANTOMASO

Duo eclettico i cui lavori sono stati pubblicati su Diynamic, l’etichetta di Solomun, oltre che essere supportati da Pete Tong, una delle voci più autorevoli della scena elettronica internazionale. Si metteranno in gioco a Berlino per dare il massimo ed essere i nuovi Music Meister.

HU – FEDERICA FERRACUTI

Federica è un’artista a 360 gradi: dopo una formazione classica in conservatorio, oggi vuole lanciare la sua carriera da producer sostenuta dalla sua ampia cultura musicale e le doti da musicista e cantante. Non dimenticate il suo nome, potreste trovarvi presto a fare la fila ad un suo concerto.

KEIRA MEIER

Keira ha la determinazione giusta per arrivare lontano, le sue produzioni provano che potrebbe essere una delle nuove promesse rosa della techno italiana. Lo dimostrano i suoi set, già ospitati da realtà come l’Amnesia Milano e l’Off Sonar di Barcellona.

MATTEO MAZKE – MATTEO ANZALDO

Mazke è produttore ma soprattutto dj, travolgente e coinvolgente, che non può restare indifferente. Le sue produzioni sono state pubblicate da Tenax Records e ora i riflettori sono puntati su quello che sarà capace di fare a Berlino.

MIA MATTIOLO

Mia è di Milano ma vive a Ibiza, dove lavora come dj da più di un anno. Il suo suono rispecchia la sua isola, deep e tech, a cui affianca le sue doti da pianista.

PRODUKKT – FABIO SISTI

Produkkt è già conosciuto per i suoi lavori in ambito cinematografico, producendo ormai da tempo diverse soundtrack per film e tv. Nonostante il suo passato indie-rock, a Berlino è deciso a dare ancora più consistenza alla sua carriera come dj e producer.

SAURO MARTINELLI

Sauro è resident dj a Torino, una realtà decisamente agguerrita dove emergere. Già sostenuto da personalità come Claudio Coccoluto e Alex Neri, si è guadagnato di diritto il suo posto allo JÄGERMUSIC LAB.

STOMP BOXX – SIMONE VOLPATO

Appassionato di basso sin da bambino, la sua passione si è evoluta dallo strumento musicale ai bassi digitali. Le sue produzioni sono eleganti e coinvolgenti, e sarà di sicuro interessante seguire la sua evoluzione dietro i banchi di Berlino.

VANESSA LAINO

Vanessa è una fedele frequentatrice del Goa di Roma, dove si è anche esibita, come anche in altri importanti club romani come il Lanificio 159 e l’Ex dogana. La sua solarità distingue anche i suoi set, capaci di coinvolgere ed entusiasmare.

Leggi anche