Il nazi-delirio di Kanye West: «Mi piace Hitler» | Rolling Stone Italia
News Musica

Il nazi-delirio di Kanye West: «Mi piace Hitler»

Che giornatina: Ye va dal complottista Alex Jones e dice che ama sia gli ebrei che i nazisti e che Hitler ha inventato autostrade e microfoni. Ci ammonisce: «Basta dissare i nazi». Infine, pubblica su Twitter una svastica unita alla Stella di Davide e viene sospeso da Elon Musk

Kanye West, novembre 2022

Foto: Mega/GC Images/Getty

Come crea scompiglio Kanye West, nessuno mai. Ieri ha avuto un’altra delle sue giornatine da bastardo senza gloria in cui, al posto di gettare acqua sul fuoco dopo i suoi noti commenti contro gli ebrei, ha legato definitivamente il suo nome a Hitler e al nazismo.

Del resto, cosa poteva mai andare storto nell’idea di dialogare con Alex Jones, il complottista che ha diffamato i genitori dei bambini uccisi nella scuola elementare di Sandy Hook dicendo che la strage non è mai avvenuta e che loro sono attori? (Jones è stato per questo motivo condannato a pagare 965 milioni di dollari di risarcimento alle famiglie delle vittime).

È successo che Jones è sembrato un moderato. Col viso interamente coperto da una passamontagna, il rapper ha detto che «tutti gli esseri umani hanno qualcosa di buono, specialmente Hitler. E poi Hitler era cristiano. Vedo in lui del buono. Ha inventato le autostrade e il microfono che uso in quanto musicista, e sono stufo del fatto che non puoi dire ad alta voce che questa persona ha fatto cose buone».

Quand’è scattata la pubblicità, Jones ha detto che i nazisti non gli piacciono. «A me Hitler piace», si sente dire in dissolvenza a Kanye West.

Dopo il ritorno in onda West ha aggiunto che «dobbiamo smetterla di parlar male dei nazisti», usando il verbo “to diss”, curiosamente lo stesso utilizzato a proposito delle rime che i rapper rivolgono ai propri rivali.

Non pago, Ye ha parlato di «Satana che s’impossessa dei sionisti e fa fare loro cose brutte» e che «non mi piace che la parola “male” sia associata ai nazisti. Amo gli ebrei, ma amo anche i nazisti».

A quel punto Jones s’è sentito in dovere di dire che è in disaccordo. La cosa non ha fermato Kanye che ha aggiunto che Hitler «non ha ucciso sei milioni di di ebrei, non è corretto dal punto di vista dei fatti. Non è l’Olocausto quello che è successo. Prendiamo in considerazione i fatti. Hitler ha molte qualità che lo salvano».

Qualche ora dopo l’intervista, Kanye West ha ribadito il concetto postando l’immagine di una svastica dentro la Stella di Davide e la scritta che si riferisce alla sua già disastrosa campagna per diventare presidente degli Stati Uniti nel 2024: “YE24 LOVE EVERYONE #LOVESPEECH”.

A quel punto Elon Musk, che ha fatto della libertà d’espressione la stella polare delle sue politiche relative a Twitter riattivando anche agli account di fake news, ha sospeso West dalla piattaforma.

Altre notizie su:  Kanye West