Home Musica News Musica

Il folk rock di Ryan Bingham tra le mura neoclassiche di Villa Tittoni

Abbiamo incontrato il cantautore statunitense nella storica residenza brianzola per un omaggio a Guy Clark

Per il suo folk rock bagnato nel country si ispira ad artisti come Townes Van Zandt, Guy Clark, Bob Dylan e ai miti del blues. Abbiamo seguito Ryan Bingham nelle stanze settecentesche di Villa Tittoni per un inedito set acustico prima della tappa italiana della sua tournée mondiale a supporto di Fear and Saturday Night. Tra le mura dell’opera neoclassica di Piermarini, il cantautore statunitense ha reinterpretato per Rolling Stone un pezzo di Guy Clark, Dublin Blues.

Nel 2010, Ryan Bingham si è aggiudicato un Premio Oscar per la miglior canzone originale grazie al brano The Weary Kind, composto con T-Bone Burnett ed inserito nella colonna sonora di Crazy Heart (2009). Il film sulla vita del cantautore alcolizzato Bad Blake ha vinto quell’anno anche due Golden Globe e un altro Oscar a Jeff Bridges come attore protagonista.

Leggi anche