Home Musica News Musica

Il disco di Natale di Star Wars

C3PO e R2D2 cantano le canzoni di natale scritte da un professore di Yale. Pubblicato nel 1980, è un disco assurdo, tremendo e super culto

La cover dell'album di Natale cantato da R2-D2 e C3PO

La cover dell'album di Natale cantato da R2-D2 e C3PO

La chicca di Natale, courtesy di Orrore a 33 giri: Meco – Christmas In The Stars: Star Wars Christmas Album, il disco cantato dai droni di Guerre Stellari.

I fan più accaniti di Star Wars conosceranno sicuramente l’infame Star Wars Holiday Special del 1978, uno speciale televisivo della CBS riguardo al quale George Lucas ha dichiarato: “Se avessi tempo e un martello, rintraccerei ogni copia dello show e la distruggerei”. Penserete che Lucas dopo questa batosta abbia imparato la lezione e non abbia più concesso a chicchessia i diritti del suo franchise di più grande successo. Invece no. Nel 1980 esce Christmas In The Stars: Star Wars Christmas Album. Immaginate un disco dove i due robot della serie C-3PO (Anthony Daniels) e R2-D2 tentano di cantare canzoni natalizie composte da un professore dell’Università di Yale (Maury Yeston che successivamente divenne un famoso autore di musical a Broadway) con tanto di effetti spaziali ad arricchire il tutto ed interventi dei principali protagonisti della trilogia comprese le urla del mitico Chewbacca. Non vi basta? Beh allora aggiungete testi demenziali, un produttore dance (Meco Monardo, che aveva già pubblicato album del calibro “Star Wars And Other Galactic Funk” e “Encounters of Every Kind”) e per concludere un Jon Bon Jovi appena diciottenne come voce solista di un coro scolastico nel brano “R2-D2 We Wish You A Merry Christmas”.

cover album natale star wars

La presenza della futura rockstar è sicuramente la perla del disco, nel 1980 era ancora noto con il nome di John Bongiovi e si dedicava a fare dei lavoretti nei famosi studi di registrazione Power Station di New York del cugino Tony Bongiovi. Fu proprio il cugino a proporre John a Meco per la voce solista nel coro. Poco tempo dopo negli stessi studi incise il suo primo demo contenente la hit “Runaway” che fu pubblicata come singolo nel 1983 dalla Mercury, il resto è storia.

Nonostante tutto ciò, il disco era molto ricercato dai collezionisti, così la Rhino nel 1996 lo ha ripubblicato per le nuove generazioni.

Consigliamo caldamente l’ascolto, dopodiché realizzerete che forse era meglio se avesse vinto il lato oscuro della Forza per evitarci tale supplizio.