Home Musica News Musica

Il caso è chiuso: i Led Zeppelin non hanno copiato il riff di “Stairway To Heaven”

Il legale dell'accusa, Francis Malofy, ha definito il verdetto "legalemente e logicamente scorretto". Page, Plant e compagnia possono dormire sonni tranquilli

Ieri, dopo cinque giorni di processo tenutosi a Los Angeles, una corte ha stabilito che Stairway To Heaven non è stata frutti di un plagio ai danni degli Spirit e della loro Taurus del 1968.

«I Led Zeppelin hanno vinto per un cavillo tecnico» ha detto a Rolling Stone Francis Malofy, il legale degli Spirit (o meglio, dei loro eredi). «Dovrebbero andarne fieri. Il verdetto della giuria è deludente, ma dovuto principalmente a una regola della corte: non è stato concesso all’accusa di riprodurre la versione studio di Taurus, che Jimmy Page possedeva nella sua collezione. Questa restrizione, che ha costretto l’accusa a servirsi soltanto dello spartito depositato all’ufficio del Copyright, di fatto ci ha legato le mani dietro la schiena. Ovviamente non crediamo che ciò sia legalmente o logicamente corretto.»

La giuria si è basata quindi sul mero spartito. Questa mossa, insieme a quella di fare ascoltare alla giuria le registrazioni amatoriali di Page che compone e insegna la melodia al bassista John Paul Jones, ha fatto sì che gli Zeppelin la spuntassero. Che sia stato plagio o meno, siamo contenti che qualcuno l’abbia composta.

Altre notizie su:  Led Zeppelin