Home Musica News Musica

I Sum 41 hanno cancellato uno show a Parigi a causa di “un’esplosione”

Secondo il gruppo la causa sarebbe "l'esplosione di un ordigno fuori dal locale", stando al responsabile di Les Etoiles invece si tratterebbe di un "petardo" lanciato dai gilets jaunes che, dopo il Bataclan, avrebbe spaventato la band

Deryck Whibley dei Sum 41 a Le Zenith di Parigi il 17 gennaio 2020

Foto: David Wolff - Patrick/Redferns

Sabato 18 gennaio i Sum 41 hanno annunciato su Instagram la cancellazione dello show che avrebbe dovuto tenersi la sera stessa a Les Etoiles di Parigi, a causa dell'”esplosione di un ordigno appena fuori dalla porta del locale”. Secondo franceinfo, Vincent Le Gall, responsabile di Les Etoiles, parla invece di un semplice “petardo” lanciato dai “gilets jaunes” e si rammarica per la decisione della band.

In un post su Instagram, che poi è stato cancellato nel pomeriggio di sabato, il gruppo punk rock canadese raccontava che l’esplosione è avvenuta durante lo scarico dell’attrezzatura, mentre gli spettatori stavano già aspettando fuori in fila, ma che non c’era stato nessun ferito. I Sum 41 si sono sentiti però “incapaci di garantire la sicurezza dei fan”. Il messaggio poi è stato sostituito da un comunicato che non menziona più i motivi della cancellazione, ma assicura il rimborso dei biglietti.

Le Gall ha spiegato che “i gilets jaunes hanno fatto esplodere un petardo” nella via del decimo arrondissement di Parigi dove si trova il locale, ma il fatto non ha nemmeno richiesto la chiamata della polizia. L’incidente è avvenuto intorno alle 14:00, mentre i manifestanti stavano marciando tra Porte de Champerret e Gare de Lyon.

“Abbiamo parlato per tre ore con i Sum 41, ma non volevano esibirsi”, si lamenta Le Gall, che sottolinea anche quanto il ricordo dell’attacco al Bataclan abbia condizionato la decisione del gruppo.