I Rolling Stones sono tornati su un palco senza Charlie Watts | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

I Rolling Stones sono tornati su un palco senza Charlie Watts

È accaduto nel Massachusetts a un evento privato organizzato dal proprietario dei New England Patriots. «È il primo tour da 59 anni a questa parte senza il nostro adorato Charlie». Ecco video e setlist

I Rolling Stones nel 2019

Foto: Evan Agostini/Invision/AP

Il No Filter Tour dei Rolling Stones inizierà domenica sera al Dome at America’s Center di St. Louis, Missouri. Alcuni fortunati ne hanno però avuto un assaggio lunedì sera, quando la band si è esibita al Gillette Stadium di Foxboro, Massachusetts nell’ambito di un evento privato organizzato dal proprietario della squadra di football dei New England Patriots Robert Kraft.

È stato il primo concerto della band senza Charlie Watts dai tempi in cui il batterista si unì agli Stones, nel gennaio 1963. Al suo posto come previsto da tempo c’era il batterista Steve Jordan.

«È per noi una serata un po’ struggente», ha detto Mick Jagger a inizio concerto. «È il nostro primo tour da 59 anni a questa parte senza il nostro adorato Charlie Watts. Ci manca da morire. Ci manca in quanto band. E ci manca la sua amicizia, sopra e sotto il palco. Abbiamo tanti ricordi di Charlie e sono sicuro che ne avete anche voi se ci avete visti in passato. Spero che lo ricordiate come facciamo noi. Vorremmo dedicare questo spettacolo a Charlie».

Nel corso del concerto si è sentita per la prima volta dal vivo la cover di Trouble’s a Comin’ dei Chi-Lites che fu registrata originariamente durante le session di Tattoo You. Sarà pubblicata ufficialmente il 22 ottobre nel box set che celebra il quarantennale dell’album di Start Me Up.

Si è ascoltata per la prima volta dal vivo anche Living in a Ghost Town, che il gruppo aveva pubblicato in piena pandemia. Ed era dal 2005 che gli Stones non rifacevano il classico del 1966 19th Nervous Breakdown. Altre particolarità: Let’s Spend the Night Together piazzata in apertura, un fatto inedito, e niente Brown Sugar, né Honky Tonk Women che sono la seconda e la terza canzone più suonata dagli Stones nella loro storia – per la cronaca, al primo posto c’è Jumpin’ Jack Flash.

Ecco la scaletta del concerto che si è chiuso con Satisfaction:
Let’s Spend the Night Together”
“Tumbling Dice”
“Trouble’s a Comin’”
“Living in a Ghost Town”
“You Can’t Always Get What You Want”
“Midnight Rambler”
“Miss You”
“19th Nervous Breakdown”
“Start Me Up”
“Gimme Shelter”
“Sympathy for the Devil”
“Jumpin’ Jack Flash”
“(I Can’t Get No) Satisfaction”



Questo articolo è stato tradotto da Rolling Stone US.

Altre notizie su:  The Rolling Stones