Home Musica News Musica

I Rage Against The Machine in versione ninna nanna

Ci pensa la compagnia Twinkle Twinkle Little Rock Star ai vostri problemi di insonnia, con le melodie rivisitate in chiave soft

I Rage Against the Machine al completo

I Rage Against the Machine al completo

Quando eravamo bambini le ninna nanne a cui eravamo sottoposti dai nostri genitori erano simili a cantilene che, ascoltate in loop, erano in grado di provocare la catalessi non solo del pargolo, ma molto più spesso di mamma e papà.

Oggi, per agevolare il sonno dei bimbi, le classiche melodie della nostra infanzia possono essere sostituite dalla versione dolce di alcuni dei brani più noti dei Rage Against The Machine. Avete capito bene.

I pezzi schitarrati, aggressivi e anticonformisti di Zack De La Rocha e compagni sono stati trasformati in lievi carezze per accompagnare i piccoli nelle braccia di Morfeo, ma anche i grandi che non riescono a spegnere il cervello dopo un’intensa giornata di attività varie.

A realizzare queste ninne nanne particolari ci ha pensato la compagnia Twinkle Twinkle Little Rock Star, un nome una garanzia, nata per i genitori che vogliono trasmettere ai propri figli la loro passione per la musica già in tenera età. Le canzoni dei Rage Against The Machine in versione “dolci sogni” sono Bulls on Parade, Guerrilla Radio, Killing in the name, Renegades of funk e Testify.

I brani sono disponibili su Amazon e iTunes per l’etichetta Roma Music Group. Ma non ci sono solo i Rage Against The Macine tra gli artisti che possono essere scelti come colonna sonora prima di addormentarsi: si spazia da Lady Gaga ai Metallica, dai Papa Roach e Witney Huston, dai Bee Geese a Amy Winehouse, dai My Chemical Romance ai Megadeth. Ce n’è proprio per tutti i gusti e per tutti gli ascolti.

Dedicato ad un pubblico sicuramente adulto è il libro biografico sulla band di Joel McIver, attualmente in tutte le librerie. McIver, scrittore e giornalista musicale, traccia la storia dei Rage Against The Machine dagli esordi ad oggi, un vero e proprio racconto cronologico, con tutto il contorno socio-politico del quale la band si è sempre circondata. Dunque, buona lettura ai più grandi e buon riposo ai più piccoli.

Leggi anche