I Rage Against the Machine hanno cancellato il tour per l’infortunio a de la Rocha | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

I Rage Against the Machine hanno cancellato il tour per l’infortunio a de la Rocha

Il cantante si era lacerato il tallone d'Achille nella seconda data della reunion ed è costretto a fermarsi. «Mi sembra un scherzo malato che l'universo ha voluto giocarmi», ha scritto in un post Instagram

Rage Against the Machine

Foto: Gie Knaeps/Getty Images

Alla fine Zack de la Rocha non ce l’ha fatta e si è dovuto arrendere, il dolore al tendine è ancora troppo forte per poter anche solo pensare di continuare ad esibirsi tra qualche mese. Per questo motivo i Rage Against the Machine hanno annullato il tour americano previsto per il 2023.

De la Rocha si era infortunato praticamente subito, lo scorso 13 agosto a Chicago, nella seconda data del tanto atteso tour di reunion ad undici anni dall’ultima esibizione assieme. Proprio nella data di Chicago, dopo l’infortunio, il leader dei RATM era tornato sul palco per concludere il concerto da seduto. La band aveva così deciso di cancellare il tour europeo previsto per agosto e settembre per permettere a de la Rocha di recuperare e salvaguardare la propria salute: «Zack deve tornare a casa per riposarsi e iniziare la riabilitazione» spiegava il comunicato.

«Sono passati tre mesi da Chicago e ancora guardo la mia gamba e non ci credo», ha scritto de la Rocha in un post Instagram. «Due anni di attesa per la pandemia, sperando di riuscire a tornare ad essere di nuovo una band e poter continuare ciò che avevamo iniziato 30 anni fa. Prove, allenamenti, riconciliazioni, lavorando per tornare in forma. E poi è bastato un concerto e mezzo e il mio tallone ha ceduto. Mi sembra un scherzo malato che l’universo ha voluto giocarmi. Ma mentre scrivo devo ricordarmi che è stata solo un cattiva circostanza. Solo un momento del cazzo».

de la Rocha ha poi continuato spiegando il suo infortunio: «Mi sono lacerato il tendine d’Achille e solo l’8% è rimasto intatto. E anche quella piccola parte è danneggiata. Non è solo un problema di quando potrò tornare a esibirmi, ma di migliorare le mie funzionalità basilari nel breve futuro. Per questo ho dovuto prendere questa difficile e dolorosa decisione e annullare il tour americano del 2023».

Il cantante ha infine aggiunto: «Odio cancellare i concerti, odio deludere i fan. Avete atteso pazientemente così tanto per vederci e questo non lo dimentico. E non lo do per scontato. Per voi ho un’infinita gratitudine e rispetto».

Altre notizie su:  Rage Against The Machine