I piani di Springsteen per il futuro: un tour con la E Street Band e un inedito con i Killers | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

I piani di Springsteen per il futuro: un tour con la E Street Band e un inedito con i Killers

Oltre al ritorno in scena di ‘Springsteen on Broadway’, il rocker tornerà a suonare dal vivo con la sua band storica e pubblicherà inediti e materiale d’archivio. Ne ha parlato in un’intervista a Sirius XM



Foto:Danny Clinch

Poco dopo l’annuncio del ritorno del suo spettacolo a Broadway, Bruce Springsteen è intervenuto nel programma E Street Radio di Sirius XM per parlare del suo prossimo tour e delle future collaborazioni con John Mellencamp e i Killers. Il Boss ha anche suggerito l’arrivo di nuovo materiale inedito.

L’idea di ripresentare Springsteen on Broadway, ha spiegato, è venuta fuori naturalmente. «Sapevo che il prossimo anno sarei tornato in tour con la band», ha detto, confermando involontariamente il prossimo tour con la E-Street Band, «così ho detto [al manager Jon Landau] che forse mi sarei preso del tempo libero. Poi è intervenuto un mio amico, era così entusiasta dello spettacolo che mi ha convinto a parlarne. Il giorno dopo ho accettato di rifare lo spettacolo. È nato tutto in maniera quasi casuale. Sarà bello tornare sul palco e dare una mano».

Springsteen on Broadway è andato in scena 236 volte tra ottobre 2017 e dicembre 2018. Nonostante si sposterà dal piccolo Walter Kerr Theater al decisamente più grande St. James Theater, lo spettacolo sarà probabilmente molto simile. «Rinfrescherò la sceneggiatura e cercherò di capire se sarà il caso di fare alcuni cambiamenti», ha detto Springsteen. «Sarà grossomodo lo stesso show, credo che il pubblico si aspetti questo. Ci saranno alcuni cambiamenti ma niente di grosso. Mi piacerebbe asciugare alcune parti, avvicinarlo a com’era quando abbiamo debuttato».

Oltre al tour con la E Street Band, Springsteen ha confermato anche le voci di una collaborazione con John Mellencamp. «Ho lavorato a tre canzoni del suo album e ho passato un po’ di tempo in Indiana insieme a lui», ha detto. «Gli voglio molto bene. È un grande autore, siamo diventati amici e con lui mi diverto molto. Nel disco ho anche cantato qualcosa».

C’è anche un’altra collaborazione in programma, questa volta con i Killers. «Ci siamo io, Brandon Flowers e il resto della band. Abbiamo registrato una cosa che uscirà presto, nel giro di una settimana», ha detto. «Mi sono dato da fare».

Springsteen ha anche parlato delle sue prossime uscite, ma non ha voluto dare troppi dettagli. Ha detto che i fan «si divertiranno» con materiali d’archivio che potrebbero arrivare quest’anno: «Sto lavorando a diverse cose, una uscirà in autunno. Ho diversi progetti sottomano… molte cose d’archivio. Ma voglio che restino una sorpresa».

Infine, durante il suo discorso dopo la vittoria del Woody Guthrie Prize, Springsteen ha anche parlato del suo prossimo album. «La California è stata un’influenza enorme per le cose che ho scritto negli anni ’90, nel 2000 e anche adesso», ha detto. «Sta per uscire un nuovo disco, è in larga parte ambientato a Ovest».

Altre notizie su:  Bruce Springsteen The Killers