I Måneskin hanno raggiunto U2 e Metallica su Spotify | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

I Måneskin hanno raggiunto U2 e Metallica su Spotify

Non accenna a scemare la popolarità della band di ‘Zitti e buoni’, che è in salita anche nella classifica globale di Billboard. Ecco i numeri aggiornati

I Måneskin all'Eurovision Song Contest 2021

Foto press

Continua l’ascesa dei Måneskin. Due settimane fa paragonavamo le cifre degli ascoltatori mensili della band romana su Spotify con quelle relative a grandi band come Pearl Jam e Muse. Ora il gruppo italiano è andato oltre e ha sostanzialmente raggiunto una delle rock band più celebri di tutti i tempi: gli U2.

Il gruppo di Bono e The Edge ha attualmente 17.456.118 ascoltatori mensili, i Måneskin poco meno, 17.347.729. La band di Zitti e buoni ha superato i Metallica, che hanno attualmente 17.210.042 ascoltatori mensili. E questo sì sull’onda del successo all’Eurovision e della visibilità che ne è seguita, vale a dire un successo che potrebbe essere volatile a livello internazionale, ma anche grazie a poche canzoni, in sostanza due album e un EP.

Sempre su Spotify, Zitti e buoni si sta avvicinando ai 100 milioni di ascolti complessivi, una soglia che di solito i grandi gruppi rock internazionali toccano con singoli e pezzi molto noti, ma non con i più popolari che totalizzano due, tre, sei volte tanto. Hanno all’incirca 100 milioni di ascolti, o sono sotto, canzoni come Fuel dei Metallica, il remix di Where the Streets Have No Name degli U2, All Apologies dei Nirvana, Brain Stew dei Green Day, Better Man dei Pearl Jam e, tenetevi forte, la versione remaster di Us and Them dei Pink Floyd. Molte canzoni di album leggendari non raggiungono su Spotify i 100 milioni di ascolti.

Gli stream su Spotify rappresentano solo una parte degli ascolti di musica nel mondo, ci sono altri servizi come Apple Music o Tidal, YouTube, i dischi fisici, ma sono comunque numeri impressionanti. E raccontano l’inclinazione degli utenti di quella particolare piattaforma a sentire i Måneskin. Su YouTube il video ufficiale di Zitti e buoni ha totalizzato 45 milioni di visualizzazioni, più 9 milioni nella versione caricata sull’account dell’Eurovision Song Contest e 54 milioni per l’esibizione live alla finale.

L’altra canzone recente dei Måneskin entrata nella classifica britannica e che è stata al numero uno della Viral 50 di Spotify è I Wanna Be Your Slave (fresco disco d’oro in Italia, come del resto Coraline). Attualmente su Spotify ha quasi 61 milioni di ascolti. Torna a casa, dal precedente album del gruppo Il ballo della vita, ne ha quasi 93 milioni. Oggi I Wanna Be Your Slave è seconda nella Viral 50 di Spotify, Beggin’, dal primo EP del gruppo Chosen è ottava, Zitti e buoni è scesa alla diciassettesima posizione, una piazza dietro a good 4 u di Olivia Rodrigo.

Nella classifica mondiale di Billboard, esclusi gli Stati Uniti, Zitti e buoni è al decimo posto, in salita, dietro a gente come BTS, The Weeknd, Olivia Rodrigo, Justin Bieber, Dua Lipa, Lil Nas X. In quella che include gli Stati Uniti, quindi una classifica global a tutti gli effetti, Zitti e buoni è al numero 22, I Wanna Be Your Slave al 32, entrambe in ascesa.

Nella classifica inglese I Wanna Be Your Slave è ora al numero 12, in salita e una posizione davanti a Butter dei BTS, mentre Zitti e buoni è al numero 41, in discesa dal 25. Fra gli album, il primo volume di Teatro d’ira, alla terza settimana in classifica, è sceso dalla piazza 49 alla 83.

Altre notizie su:  Maneskin