Home Musica News Musica

I KISS hanno suonato al Whisky a Go Go

«Non possiamo nemmeno lasciare il palco» ha detto Paul Stanley a fine concerto. « Siamo troppo ingombranti.» Erano 20 anni che la band non si esibiva in un club.

«Questo palco è così piccolo, devo andarmene per cambiare idea» ha scherzato il frontman dei Kiss Paul Stanley davanti a 500 persone al Whisky a Go Go di Los Angeles, ieri sera. A meno di due settimane dal loro End Of The Road Tour negli stadi, la band ha optato per un setup molto più intimo in collaborazione con SiriusXM Radio e il loro canale Kiss Amry Radio.

Per accaparrarsi un invito dello show, i fan si sono messi in coda ore prima del concerto, che ha visto alternarsi celebrità come LL Cool J, Billy Corgan degli Smashing Pumpkins, Chad Smith dei Red Hot, Taylor Hawkins dei Foo Fighters, Tony Kanal dei No Doubt. Il cartellone fuori sfoggiava un “SiriusXM presents Wicked Lester” in onore del nome originale della band.

Dopo che Tom Morello, fanatico della band da sempre, è salito sul palco per rifare il famoso intro di Alive II (1977) (“You wanted the best ang you got the best!”), il gruppo si è cimentato in 70 minuti di live che ha attinto principalmente dal periodo 1974-77. Tre pezzi anche dagli anni ’80: War Machine del 1982, Lick It Up del 1983 e Heaven’s On Fire dell’84. «Quanti di voi ci hanno visti negli anni Settanta?” ha chiesto Stanley alla folla urlante.

Nel bel mezzo dello spettacolo, Stanley ha riconosciuto il ruolo che i piccoli locali hanno giocato nei primi anni di crescita della band, ora che sono gli stadi a fare da sede dei concerti. La serata ha segnato anche il primo live della band al Whisky, nonché il primo concerto in un club da più di 20 anni. «Rivivere ciò che facevamo un tempo è una cazzo di bomba» ha detto.

Ma prima dello show il gruppo ha passeggiato su Sunset Boulevard tutti truccati e acconciati per farsi immortalare da fane e fotografi. Dopo la penultima canzone, Black Diamond, Stanley ha scherzato di nuovo sull’intimità della sala. «Questa dovrebbe essere la fine, ma non sappiamo dove andare ora” ha detto alla folla prima di Detroit Rock City. «Non possiamo nemmeno lasciare il palco, siamo dannatamente ingombranti.» Lo show di lunedì avrà anche fatto rinunciare ai tipici stratagemmi da stadio come i fuochi pirotecnici, ma almeno ha dato a tutti la possibilità di vedere una band dannatamente brava così dannatamente da vicino.

Kiss – Whisky a Go Go Set List

“Deuce”
“Shout It Out Loud”
“Say Yeah”
“Heaven’s on Fire”
“Cold Gin”
“Lick It Up”
“War Machine”
“Love Gun”
“Let Me Go, Rock ‘n’ Roll”
“Do You Love Me”
“Black Diamond“
“Detroit Rock City”

Leggi anche