I Foo Fighters hanno cancellato il tour dopo la morte di Taylor Hawkins | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

I Foo Fighters hanno cancellato il tour dopo la morte di Taylor Hawkins

«Prendiamoci questo tempo» scrive la band di Dave Grohl «per piangere, per superare il dolore, per stare vicino ai nostri cari e per apprezzare i ricordi e la musica che abbiamo fatto assieme»

Foo Fighters

Foto press

I Foo Fighters hanno cancellato ufficialmente tutte le date del tour in corso dopo la morte del batterista Taylor Hawkins avvenuta il 25 marzo.

Lo hanno comunicato sui social: «È con grande tristezza che i Foo Fighters confermano la cancellazione di tutte le prossime date del tour dopo la terribile perdita del nostro fratello Taylor Hawkins. Siamo dispiaciuti e rattristati come voi dal fatto che non ci vedremo come previsto».

«Prendiamoci questo tempo» continua il messaggio «per piangere, per superare il dolore, per stare vicini ai nostri cari e per apprezzare i ricordi e la musica che abbiamo fatto assieme»

I Foo Fighters erano in tour quando è giunta la notizia della morte improvvisa del batterista. L’ultimo concerto si è tenuto il 20 marzo al Lollapalooza argentino. Hawkins è morto in un hotel di Bogotà, in Colombia, prima dell’esibizione al festival Estéro Picnic. I Foo avrebbero dovuto esibirsi ai Grammy Awards previsti nella notte fra domenica e lunedì.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Foo Fighters (@foofighters)

Non sono note le cause precise dell’amore di Hawkins, ma i primi test tossicologici eseguiti dagli investigatori colombiani e dal medico legale hanno trovato nel corpo del batterista dieci sostanze, fra cui marijuana, antidepressivi triciclici, benzodiazepine e oppiacei.

Questa è l’ultima intervista concessa da Hawkins a Rolling Stone. Qui abbiamo raccolto 10 fra le sue performance migliori.

Altre notizie su:  Foo Fighters Taylor Hawkins