Home Musica News Musica

I Foo Fighters approvano i concerti crowdfunded: “Sono il futuro”

I fan di Richmond (Virginia) sono riusciti a vendere 1400 biglietti per un live ancora non organizzato e ora Dave Grohl e soci hanno programmato di andarci

I Foo Fighters approvano i concerti crowdfunded: "Sono il futuro"

I Foo Fighters approvano i concerti crowdfunded: "Sono il futuro"

Dave Grohl e i Foo Fighters hanno detto sì ai concerti crowdfunded. In particolare a quello richiesto dai fan di Richmond, Virginia, che a marzo hanno iniziato a vendere biglietti per un live che ancora non era stato organizzato. Grohl, intervistato da una radio del Sud Africa, 5FM, ha detto che questo potrebbe essere il futuro per l’organizzazione dei tour.

Secondo me potrebbe essere il modo in cui le band decideranno dove vorranno suonare. È divertente, è un modo per cambiare le regole del gioco. Negli ultimi 20 anni abbiamo sempre deciso dove andare a suonare e con chi. Ma ora se sentiamo che la gente ci vuole da qualche parte, magari ci potremmo anche andare!

La campagna Crowdtilt Open è stata ideata da Andrew Goldin, un direttore creativo e copywriter, che ha voluto riportare i Foo Fighters a Richmond, dove non andavano dal 1998. Goldin e i suoi soci sono riusciti a vendere 1400 biglietti a 50 dollari l’uno, con la clausola che il prezzo del biglietto sarebbe stato restituito se i Foo Fighters non avessero accettato di suonare.

E i Foo Fighters hanno accettato, scrivendo su Twitter. “Ci vediamo presto… ci divertiremo”

La data e la venue per lo show di Richmond deve essere ancora annunciata ma Grohl ritiene sia in linea con il prossimo tour della band che andrà anche per la prima volta in Sud Africa:

Siamo una band da vent’anni ed è arrivato per noi il momento di andare in posti dove non siamo mai stati. Amo tutti i posti dove siamo stati, dove siamo riusciti a creare queste meravigliose fan base, ma adoro anche andare nei posti dove non abbiamo mai suonato

I Foo Fighters pubblicheranno il loro nuovo album, ancora senza titolo, a novembre. L’album sarà accompagnato dalla serie di documentari per HBO, Sonic Highways di cui abbiamo già parlato

Leggi anche