È ufficiale, i Dead Kennedys non si riuniranno | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

È ufficiale, i Dead Kennedys non si riuniranno

La band simbolo del punk californiano era stata invitata sul palco del Riot Fest per una reunion e, nonostante tutti gli ex-membri fossero d'accordo, ci ha pensato ancora una volta Jello Biafra a negare

I Dead Kennedys hanno rifiutato l’opportunità per una reunion, dopo che gli organizzatori del Riot Fest avevano invitato la band simbolo del punk californiano a tornare insieme in occasione del festival.

La band si è sciolta nel 1986 e, ad aggravare la situazione fra i membri della band, ci pensò una causa legale per cui i Kennedys fecero causa al frontman Jello Biafra in seguito a una disputa sui diritti delle canzoni.

Stando a quanto condiviso dal cofondatore della band East Bay Ray, tutti gli altri ex-membri della band erano favorevoli al ritorno sul palco ma a impedire un ritorno dei Kennedys ci ha pensato proprio Jello Biafra: «I Dead Kennedys sono stati invitati a suonare un concerto di reunion a Chicago questo autunno – ha scritto il chitarrista su Facebook – jello Biafra ha rifiutato. Klaus Flouride, DH Peligro e io eravamo favorevoli a farlo».

Dead Kennedys had a sincere invitation to play a reunion show at Riot Fest in Chicago this fall. Jello Biafra turned it down. Klaus Flouride, DH Peligro and I were looking forward to doing it

Pubblicato da East Bay Ray su Mercoledì 15 febbraio 2017

Già in passato Biafra si era opposto al ritorno dei Kennedys, vietando ai suoi ex compagni di usare il nome originale e schierandosi contro l’utilizzo dei brani della band per spot pubblicitari. Infatti, quando la Dockers chiese il permesso di utilizzare Holiday in Cambodia per uno spot, racconta Biafra: «L’agenzia pubblicitaria contatto Ray il quale mi chiamò, io risposi di no e Ray mi mancano, dicendo l’avrei pagata cara per il rifiuto».

«Lo spot andò in onda lo stesso , ma con una canzone dei Pretenders. Non furono soltanto ovvie ragioni morali che mi impedirono di concedere che la mia canzone preferita dei Kennedys diventasse spazzatura per uno spot; fu anche per ragioni personale e emotivo, per la nausea che mi avrebbe causato sentire quella canzone in una pubblicità, sarebbe stato terribile».

Non è la prima volta che Biafra pone il suo veto a una reunion, infatti, anche quando nel 2001 i Kennedys si riformarono con Brandon Cruz a sostituire Biafra alla voce, quest’ultimo definì “una band da karaoke” il ritorno sul palco dei suoi ex colleghi.

Altre notizie su:  Dead Kennedys