Home Musica News Musica

“Headlights” di Eminem: dirige un certo Spike Lee!

Il celebre regista firma un corto-"docufiction" per il rapper di Detroit, che vi documenta la pace ritrovata dopo decenni... con la sua mamma

Ci sono registi anche di gran nome che prestano spesso la loro esperienza e il loro profilo a collaborazioni musicali, ma Spike Lee semplicemente non è fra questi: il celeberrimo cineasta ha firmato tuttavia alcuni clip davvero rimasti nella storia, da Fight the Power dei Public Enemy a White Lines di Grandmaster Melle Mel (la canzone che conoscevamo come di Grandmaster Flash fino a qualche anno fa). Nel breve curriculum, in questo senso, di Lee rientra addirittura la cura del duetto… fra Eros Ramazzotti e Tina Turner, Cose della vita.

A maggior ragione questo ritorno alla forma videoclip profuma di evento, e Lee stavolta ha scelto con lo stesso criterio di inizio carriera a chi prestare la propria collaborazione: il brano è Headlights di Eminem, nel quale finalmente il rapper sotterra l’ascia di guerra sventolata per anni in faccia alla madre Debbie Mathers. Lo stile è davvero quello della “docufiction”: girato completamente a Detroit e in particolare nel quartiere di 8 Mile, il corto mescola ricostruzioni di scene dall’ infanzia traumatica di Marshall Mathers insieme a riprese in soggettiva – sia dal punto di vista della mamma che di quello del celebre figlio.

Leggi anche