XXXTentacion è morto


Il rapper 20enne era nella zona di Miami, e secondo la stampa americana sarebbe stato ucciso da diversi colpi d'arma da fuoco

XXXTentacion è stato ucciso. Il giovanissimo rapper – all’anagrafe Jahseh Onfroy, 20 anni – era a Deerfield Beach, nella zona di Miami, ed è stato colpito da alcuni colpi di arma da fuoco. È morto alle 5,40 del pomeriggio, e le immagini del suo corpo senza vita riprese dai passanti sono purtroppo già in giro sui social media.

L’ufficio dello sceriffo di Broward County ha confermato la notizia attraverso il suo account Twitter. Secondo la ricostruzione di TMZ, l’automobile del rapper sarebbe stata affiancata da una Dodge Journey nera, da cui sono partiti alcuni spari. XXXTentacion è stato quindi trasportato in ospedale d’urgenza, ma secondo un testimone era già in stato comatoso. La polizia ha rilasciato un comunicato al Miami New Times dove dichiara di aver ricevuto la chiamata alle 3,57 e di non poter divulgare altre informazioni.

XXXTentacion era da tempo al centro di un caso di violenza domestica, e aspettava di essere processato per aggressione a una donna incinta, sequestro di persona, corruzione di testimone e strangolamento. Poche ore prima della sparatoria aveva pubblicato una storia su Instagram per pubblicizzare un evento organizzato a Miami la sera stessa dell’incidente.