‘Gossip’, i Måneskin e Tom Morello contro la fabbrica dei sogni americana | Rolling Stone Italia
"You're not iconic"

‘Gossip’, i Måneskin e Tom Morello contro la fabbrica dei sogni americana

Il sogno americano e la macchina dei pettegolezzi visti da quattro italiani: un circo di gente falsa con la faccia rifatta che finge d’essere felice e si bea d’essere “iconica”

I Måneskin con Tom Morello

Foto: dal profilo Instagram ufficiale

È uscita Gossip, una nuova canzone dei Måneskin tratta dall’album Rush!, che sarà pubblicato venerdì 20 gennaio. Ospite alla chitarra c’è come annunciato Tom Morello dei Rage Against the Machine (ma anche degli Audioslave e di molti altri progetti solisti e collettivi).

Il pezzo, dove Morello piazza un suo tipico, breve assolo, è una critica alla vacuità del bel mondo dei gossip americano e in particolare di Los Angeles, che nel testo non è la città degli angeli, ma la città delle bugie dove “ogni cosa ha un prezzo” e “puoi diventare una star del cinema”. Puoi avere tutto, “basta che ti fai la faccia di plastica”.

Al centro di questa fabbrica dei sogni che somiglia a un circo, dove “nascondono la merda sotto il tappeto” e tutti sono falsi e celano ogni tristezza e amarezza sconveniente, c’è il gossip. I protagonisti del pezzo se lo bevono come se fosse gin tonic. “È il sogno americano”, canta Damiano. “Non sei iconico”, recita una parte del ritornello, “sei come tutti gli altri”.

La canzone, ha spiegato Victoria che ne è co-autrice con gli altri membri del gruppo, Joe Janiak e Madison Love, «nasce da un riff che Thomas ha scritto tempo fa e che abbiamo tenuto nel cassetto per molto tempo, su cui abbiamo continuato a lavorare. Poi il grande Tom Morello si è unito a noi e ha portato quel tocco in più alla classica irriverenza uptempo dei Måneskin».

«L’enorme esperienza di Tom Morello ci ha permesso di prendere spunto per lavorare alle tracce senza pensarci troppo. Non lo ringrazieremo mai abbastanza per essersi unito a noi per questo pezzo. È un onore per tutta la band», ha detto Damiano.

«Tom è uno dei più grandi musicisti che io abbia mai ascoltato e da cui abbia mai imparato», dice il chitarrista Thomas Raggi. «Suonare con lui è un sogno che si realizza. È per me un dono enorme e una grande conquista in quest’anno incredibile». Per il batterista Ethan Torchio, «ha portato un po’ di Rage nei Måneskin».

Altre notizie su:  Maneskin Tom Morello