Gli U2 a Milano con la bandiera dell’UE: «Grazie per la tolleranza che mostrate ai rifugiati»

Gli irlandesi arrivano in Italia per la prima di quattro date sold-out al Forum di Milano. «Non sapevamo che reazioni avrebbe suscitato l’omaggio all’Europa», ha detto Bono

La bandiera dell'Unione Europea sul palco degli U2. Foto Danny North via U2.com


«Io sono Bono, insieme a The Edge, Adam Clayton e Larry Mullen Jr siamo la più grande band del Northside di Dublino», ha detto a un certo la voce degli U2 dal palco del Forum di Assago. La serata è sold-out, come spesso succede quando gli irlandesi arrivano in Italia, e nonostante il tour sia dedicato al nuovissimo Songs of Experience e non più a un classico come The Joshua Tree, il pubblico canta tutti i brani a memoria.

Foto di Anton Corbijn

Sul palco – anzi due, collegati da una passerella e circondati da maxischermi – anche l’annunciata bandiera dell’Unione Europea. «Non sapevamo che reazioni avrebbe suscitato», ha spiegato Bono a Repubblica, «Il che, in un certo senso, era esattamente il motivo per cui intendevamo farlo. Volevamo scoprirlo». Ad agosto l’aveva definita una provocazione – «Per alcuni di noi è un gesto radicale» -, ma se ci saranno contestazioni non arriveranno dal suo pubblico, che conosce bene i sentimenti politici della band.

Foto di Anton Corbijn

«Grazie italiani per l’amore e la tolleranza che mostrate coi rifugiati», ha detto Bono sul palco del Forum. «Gli altri dovrebbero vergognarsi».

Leggi anche: