Home Musica News Musica

Gli Slayer rompono il silenzio sul presunto post filo-Trump su Instagram

"Gli Slayer non hanno mai appoggiato partiti o candidati, e così intendono continuare" hanno scritto i membri della band a Rolling Stone

Gli Slayer hanno rilasciato una dichiarazione a proposito del polverone sollevato da un loro post su Instagram, quello dove Donald Trump fa le corna con le mani insieme alla band, come i veri metallari. Ad aver postato la foto incriminata è stato il frontman Tom Araya, che ha anche definito “fiocchi di neve” tutti gli utenti Instagram indignati per il post.

“Come confermato da Tom, il post era suo e nessun membro della band avrebbe fatto un post simile se interpellata e non appartiene alla pagina Social degli Slayer”, ha scritto la band a Rolling Stone. “Abbiamo tutti le nostre opinioni, alcune delle quali sono già state condivise in passato, ma gli Slayer non hanno mai appoggiato partiti o candidati, e così intendono continuare.”

La foto era stata postata inizialmente il giorno dell’insediamento del nuovo presidente, per poi essere cancellata e di nuovo postata martedì. «Ci crediate o no, la foto l’ho postata io, Tom Araya, il 20 gennaio perché ho pensato fosse divertente”, aveva scritto il cantante. “Ero impressionato per i commenti alla foto, alcuni positivi alcuni negativi, e soprattutto per i 10 mila like in due ore. Ma non mi sarei mai aspettato di trovare così tanti fiocchi di neve a lamentarsi del nuovo presidente. Il giorno dopo mi sono alzato e ho visto che qualcuno aveva cancellato il post. Potete spiegarmi il motivo?”

Altre notizie su:  Slayer