Home Musica News Musica

Gli hacker entrano nell’app del New York Post e inviano agli utenti i testi dei Nirvana

Al posto delle normali notizie, gli utenti si sono visti recapitare il testo di "Come As You Are" dei Nirvana. Mica male come pesce d'aprile

I Nirvana

La redazione del New York Post è stata vittima di un pesce d’aprile che si ricorderà per un bel po’.

Sabato scorso infatti alcuni pirati informatici sono riusciti ad hackerare l’applicazione mobile che consente agli abbonati di ricevere notizie e aggiornamenti sotto forma di notifiche push.

Peccato che al posto degli aggiornamenti gli utenti abbiano ricevuto messaggi tipo “Heil President Donald Trump” oppure “Take your time, hurry up, the choice is yours, but don’t be late” che se non ricorderete male proviene dalla prima strofa di Come As You Are dei Nirvana.

A conferma del fatto che non è stato uno scherzo della redazione ma il frutto di un hacking, l’applicazione poco più tardi ha inviato un messaggio di scuse agli utenti: “Il nostro sistema di notifiche push è stato compromesso questa sera. Stiamo lavorando per risolvere il problema. Vi preghiamo di accettare le nostre scuse”.

Leggi anche