Ghali, Sfera Ebbasta e Charlie Charles: ecco ‘Peace & Love’

Scritta in un giorno a sei mani, ecco il singolo collaborativo, ovvero "il futuro della trap"
Ghali e Sfera hanno iniziato le loro carriere insieme nell'hinterland di Milano

Ghali e Sfera hanno iniziato le loro carriere insieme nell'hinterland di Milano


È uscito Peace & Love, il pezzo a sei mani ad opera delle superstar della trap nostrana: Charlie Charles, Ghali e Sfera Ebbasta. Ai microfoni di Radio2 durante il Primo Maggio Sfera Ebbasta aveva definito questo pezzo “il futuro della trap”.

Il singolo era stato annunciato durante uno dei concerti milanesi di Sfera, invitando a sorpresa Ghali e il produttore sul palco: “Tra poco sta per succedere qualcosa di molto molto grosso”. La notizia è stata confermata immediatamente dai profili Instagram, con un post “strappa lacrimucce”, in cui oltre al rispetto, saltava fuori una comune voglia dei tre di fare qualcosa di importante venendo dal niente (andando oltre i due Rolex sul palco), che li ha accomunati fin da ragazzini.

Gare di freestyle al parchetto a 15 anni, in fila fuori dalle discoteche senza poter entrare, notti passate a chiederci se un giorno sarebbe cambiata, live con 10 persone sotto il palco, anzi c’erano solo gli amici, quelli affianco a noi fino ad ora. Un unico produttore che ci è stato vicino dal giorno zero, con cui abbiamo realizzato i nostri più grandi sogni, colui che ha saputo fare da collante anche quando il nostro ego da rapper e la sana competizione hanno provato a tenerci lontani. Finalmente è arrivato il momento. Per mesi ci hanno chiesto direttamente e indirettamente quando avremmo fatto tutti un pezzo insieme. Venerdì ci siamo beccati in studio e ci siamo detti “Facciamolo”. Pre ordinate il singolo su ITunes e pre salvatelo su Spotify. Dite ad ogni vostro amico che il momento è arrivato, taggatelo nei commenti. Tutti devono essere al corrente di questa cosa. Vi vogliamo bene. Peace & Love

Un post condiviso da GHALI (@ghali) in data:

Già che c’era, sempre oggi Ghali annuncerà un grosso tour, probabilmente nei maggiori palazzetti italiani, confermando quello che avevamo anticipato da queste parti, ovvero la firma con un grosso player di concerti italiano (nel caso Indipendente, di proprietà Live Nation) per fare il salto di categoria definitivo.