Home Musica News Musica

Gene Simmons su Donald Trump: «È perfetto per la politica»

«È l'animale politico più vero che abbia mai visto» ha detto il bassista dei Kiss

Gene Simmons sul palco dell Arena di Verona

Gene Simmons sul palco dell Arena di Verona

Gene Simmons ha apprezzato molto la campagna sovversiva di Donald Trump per le presidenziali, e l’ha addirittura definita «la cosa più affascinante che potesse succedere» in quella che lui chiama “l’era dei Kardashian”. «È l’animale politico più vero che abbia mai visto» ha detto il componente dei Kiss a Rolling Stone. «Non ha nessuno che gli scriva i discorsi, non c’è editing, niente di niente. Tutto quello che vuole dire lo dice. E non gliene frega un cazzo».

Simmons però ci tiene a precisare che questo non vuol dire che sia un supporter di Trump: «Ha detto cose molto cattive. Ma non prendiamoci in giro. Quello che vedi è quello che è. Raddoppierà i risultati. Se qualcuno gli chiede di costruire un muro (tra gli USA e il Messico) lui risponderà: “Fanculo. Lo farò 10 metri più alto solo perché me l’hai chiesto”. Lui non è qui per essere amico di nessuno».

Quello che affascina Simmons è l’abilità di Trump di capire i sentimenti delle persone: «È perfetto per il sistema politico» ha detto. La gente è stufa di essere politicamente corretta. Segretamente, decine di milioni di persone sono a favore della costruzione di un muro».

«La Macedonia sta facendo la stessa cosa. Sta innalzando un confine con la Grecia. C’è un muro tra Israele e gli stati vicini. C’era un muro a Berlino. C’è la Grande Muraglia in Cina. Quindi, sia che siano persone buone o cattive, è la prova che le barriere funzionano. Ideologicamente non è un bel concetto, ma dovendo essere pragmatici, beh… lo è, eccome. Il Papa ha detto che un muro sarebbe terribile. Peccato che in Vaticano ci sia. Non vogliono che le persone entrino in Vaticano.

Simmons comunque pensa che che la decisione su una barriera col Messico e sulle sue abilità di Trump come Presidente spettino ai singoli individui. Una cosa che di cui invece è sicuro è che «quest’uomo ha cambiato la politica in America, per sempre». «Lo showbiz è diventato politica» ha detto riferendosi alla battuta di Marco Rubio sul pene di Trump (e a cui Donald ha, ovviamente, risposto).

«Quello che puoi dire sui politici è semplicemente che sono dei politici» ha aggiunto Simmons, che alle scorse elezioni ha votato per Barack Obama (ritenendosi soddisfatto della scelta).

«Trump non è un politico. Non ha bisogno dei vostri soldi e dirà quello che si sente di dire, che vi piaccia o no. E non si farà alcun problema nel mandare a fare in culo qualcuno. Questa cosa mi piace molto. Anche se fondamentalmente siamo in disaccordo su molti punti».

Leggi anche