Home Musica News Musica

Gasparri contro Fedez. Ecco com’è andata

Il vicepresidente del Senato se la prende col nostro uomo copertina insultandolo per i suoi tatuaggi. Poi cancella il tweet di insulti e attacca una fan di Fedez: "Meno droga, più dieta". Ecco la polemica di cui tutti parlano

Federico "Fedez" Lucia, 24 anni, sulla copertina del nostro numero di ottobre

Federico "Fedez" Lucia, 24 anni, sulla copertina del nostro numero di ottobre

Un fine settimana speciale, quello del vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (Forza Italia). Tutto inizia sabato, il giorno del corteo anti immigrati “Stop invasione” della Lega Nord a Milano:

La manifestazione anti immigrati della Lega a Milano

La manifestazione anti immigrati della Lega a Milano

Fedez, il nostro uomo copertina di questo mese, si era schierato contro il corteo leghista con una foto:

Un tweet che Gasparri non digerisce. Lo trova richiamato da un fan di Fedez e, d’impulso, risponde (con un tweet che poi cancellerà):  Gasparri anti Fedez Poi se ne va a letto. Passano le ore. Arriviamo a domenica, ora di pranzo. Al tweet serale di Gasparri risponde una fan di Fedez: 

Il vicepresidente del Senato si lascia andare a uno dei tweet equilibrati per cui è noto:

Arriva la risposta di Fedez:

Gasparri non si placa. Va in tv a dire che è stato insultato dalla fan di Fedez, che «il mio avvocato vorrà denunciare i genitori di questa ragazza, se lei è minorenne».

A Fedez, che ha detto di essere pronto ad aiutare economicamente la sua fan, qualora avesse voluto querelare Gasparri (“Non per dispetto. Non per vendetta. Per ottimismo. Perché non ce la faccio più a leggere quotidianamente di queste persone”), il senatore di Forza Italia risponde con un istituzionale senso della misura: «Sono io che sono stato insultato! C’è un insulto nei miei confronti, mi è stato detto sporco e cose di questo tipo. Quindi sconsiglierei di querelarmi. E anzi, a questo punto la querela la farò prima io».

La risposta non si fa attendere. Si muovono in molti, dall’amico (e compagno di etichetta) J-Ax allo scrittore Roberto Saviano:


Il vicepresidente del Senato è in un angolo. Dice che “qualsiasi mia risposta ad un offesa non giustifica il fiume di insulti e le minacce di morte contro di me e la mia famiglia” e augura a tutti buonanotte. Ma la polemica per i suoi attacchi a Fedez e ai suoi fan sembra tutt’altro che finita.

Voi che cosa ne pensate?

Sondaggio chiuso!

Leggi anche