Franceschini scrive a Draghi: «Aumentare le capienze per gli spettacoli» | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Franceschini scrive a Draghi: «Aumentare le capienze per gli spettacoli»

Il ministro della cultura chiede di allentare le restrizioni anti-Covid presenti in cinema, teatri, sale da concerto. Il sindaco Sala riceve l'associazione milanese dei live club e dice che «è il momento di riaprire»

Foto: Anthony Delanoix/Unsplash

Dopo l’iniziativa lanciata da Cosmo e le prese di posizione di vari artisti, si muove qualcosa sul fonte dell’uso del Green Pass come strumento per riportare le capienze al 100%? Il ministro della cultura Dario Franceschini chiede di aumentare la capienza per gli spettacoli che si tengono in sale da concerto, cinema e teatri in una lettera indirizzata al presidente del consiglio Mario Draghi e al ministro della salute Roberto Speranza.

«Vi chiedo di valutare la possibilità di regolare l’accesso a cinema, teatri e sale da concerto e la partecipazione a spettacoli dal vivo prevedendo, per gli spettatori, il requisito del possesso di “green pass” valido e, fermo restando l’obbligo di indossare la mascherina per la durata dell’evento, di considerare altresì la possibilità di rivedere le misure di distanziamento interpersonale, consentendo un più ampio uso delle capienze degli spazi», scrive Franceschini.

Nella lettera viene citato espressamente l’ordine del giorno a prima firma dell’onorevole Nitti, approvato dal governo, che impegna l’esecutivo «a valutare, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica, gli effetti applicativi anche al fine di prevedere attraverso successive iniziative normative, con l’adozione del green pass, il superamento dell’attuale contingentamento delle capienze per gli spettacolo sia all’aperto che al chiuso fino al 100% delle capienze».

Nel frattempo, anche il sindaco di Milano, Beppe Sala, si è detto favorevole alle richieste degli artisti dopo aver ricevuto a Palazzo Marino una delegazione del coordinamento milanese di KeepOn Live, l’associazione di categoria che comprende live club e festival italiani: «A questo punto della campagna vaccinale e dopo che il Governo ha introdotto una serie di misure di contenimento dei contagi che permettono agli italiani, ad esempio, di poter andare allo stadio o di potersi sedere in un ristorante al chiuso grazie al Green Pass», ha sottolineato il primo cittadino, «credo sia giunto il momento di dare finalmente ascolto a un settore che è in pratica fermo da quasi due anni».

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Beppe Sala (@beppesala)