Frah Quintale e Giorgio Poi: è uscito il pezzo dell’estate

Malinconico come solo l'estate con i suoi tempi e spazi dilatati può essere, "Missili" è la versione indie/itpop di un tormentone. Anche perché dietro ci sono Takagi e Ketra.

foto Tommaso Biagetti


Si chiama Missili ed è il nuovo singolo firmato a quattro mani da Frah Quintale e Giorgio Poi. Non ci è dato sapere, anzi è molto probabile di no, se sia tratto da un album di uno o dell’altro, ma quel che è chiaro è che parliamo di estate e di singoli che come ogni anno hanno il preciso compito di “tormentarla”.

Né Frah né Giorgio l’hanno mai dichiarato, però già solo il fatto che il pezzo è prodotto da Takagi e Ketra la dice lunga sulle ambizioni di Missili. È la coppia di produttori che ha firmato i più grandi tormentoni tipo Roma-Bangkok di Baby K o Vorrei Ma Non Posto di Fedez e J-Ax, ma che negli ultimi anni ha avuto modo di lavorare con artisti di questo nuovo indie-itpop. “Abbiamo fondato un super gruppo per scrivere una super canzone” ha commentato Frah sui social, giustificando così l’assembramento di talenti.

E quindi eccoci qua, alle prese con le chitarrine in levare tipo Oroscopo (pezzo che Takagi e Ketra hanno confezionato per Calcutta, tra l’altro) e una malinconia che solo l’estate, con i suoi tempi e spazi dilatati, può dare. “Ti si riempiono gli occhi con le onde del mare” parte Frah con la prima strofa, che l’intero pezzo ci regala un spaccato di vita di coppia che conosciamo tutti: litigare, odiarsi, lasciarsi, piangere, fare l’amore, tornare insieme.

A Giorgio tocca invece il ritornello. Con la solita lingua tagliente, ripete “Mi hai fatto a pezzi la voce / E adesso non ti parlo più” con lo stesso rancore pronto a scoppiare dopo che la persona sbagliata preme il pulsante di lancio. Come un missile, appunto.