Home Musica News Musica

Flashback: Roger Waters e Nick Mason suonano ‘Time’ nel 2006

Anziché imbastire una reunion dei Pink Floyd nel 2006, i quattro membri originari si sono imbarcati in due diversi tour contemporanei

La settimana scorsa, alla data newyorchese di Nick Mason e i suoi Saucerful of Secrets, Roger Waters ha creato lo scompiglio uscendo a sorpresa da dietro le quinte per cantare Set the Controls for the Heart of the Sun. «Siamo cari vecchi amici» ha detto Waters alla folla. «Mi sta piacendo molto il concerto, comunque, Nick. A mio umile avviso, sei più bravo di quando suonavamo insieme».

La reunion a sorpresa era la prima dei due dal 12 maggio 2011, quando Mason e David Gilmour raggiunsero Waters nella data londinese del The Wall live tour. Gilmour quella sera suonò la chitarra e cantò Comfortably Numb, ma Mason uscì fuori solo sulla fine del concerto, per scuotere un tamburello sul finale di Outside The Wall. Quella fu l’ultima volta che i tre membri ancora in vita dei Pink Floyd si sono riuniti sullo stesso palco.

Nel 2005, comunque, pareva che per un attimo la band avesse sepolto dissapori e discordie, per riformarsi e andare in tour. Suonarono un piccolo set al Live 8 nel luglio dello stesso anno. Dopodiché avrebbero potuto riempire qualsiasi stadio sulla Terra, ma la cosa non s’aveva da fare. «Ho deciso che qualsiasi cosa fosse emersa durante le prove, qualsiasi differenza di opinioni, sarebbe degenerata», ha detto a Rolling Stone qualche mese dopo. «E così ho fatto… Se le cose fossero degenerate per un giorno, le avrei gestite senza problemi. Ma non avrei mai potuto gestirle per un intero cazzo di tour».

L’anno successivo, David Gilmour andò in tour solista per la prima volta dopo aver sciolto i Pink Floyd nel 1994. Per l’occasione si portò dietro anche il compianto tastierista Richard Wright, per proporre un consistente numero di classici floydiani. Roger Waters partì in tour anche lui, nello stesso anno, per suonare interamente Dark Side of the Moon. Sulle prime sembrava che Nick Mason fosse l’unico a starsene buono a casa, ma poi Waters lo invitò ad apparire in date selezionate del suo tour. Qui sopra, c’è il video della loro esibizione di Time a Cork, Irlanda, il 29 giugno 2006.

Due anni dopo, Richard Wright perse la sua battaglia contro il cancro, rendendo impossibile una completa reunion della formazione di Dark Side of the Moon. Waters e Gilmour sembravano aver riallacciato un minimo i rapporti ai tempi del concerto alla O2 Arena nel 2011, ma Mason di Recente ha smentito dicendo che i due non hanno più molte interazioni ormai.

«È una cosa davvero assurda secondo di me», ha raccontato a Rolling Stone. «Ma penso che il problema sia che Roger non rispetti davvero David. Pensa che scrivere pezzi sia tutto, e che suonare la chitarra o cantare siano cose che—non dico che sanno fare tutti—ma che non possono essere messe sullo stesso piano di giudizio del comporre».

Secondo lui, fra i motivi della discordia ci sarebbe anche la decisione di Gilmour di andare avanti a nome Pink Floyd dopo che Waters lasciò la band nel 1985. «Penso che a Roger bruci l’errore di aver pensato che senza di lui la band non avrebbe più continuato», dice Mason. «È un’irritazione costante, davvero, il fatto che ritorni sempre a quell’avvenimento. Io non mi faccio bloccare troppo dalla cosa, solo perché riguarda loro due e non me. Io vado d’accordo con entrambi, e penso che sia deludente che, anziché essere anziani gentlemen, stiano ancora ai ferri corti».

Leggi anche