Home Musica News Musica

Flashback: Johnny Cash canta ‘The Unclouded Day’ con sua madre

In occasione della Festa della Mamma del 1970, il Man in Black si esibì durante ‘The Johnny Cash Show’ accompagnato da Carrie Cash al piano

Nel 1944, una settimana dopo la morte accidentale del fratello maggiore Jack, il dodicenne JR Cash rispose alla chiamata della fede, accettando Gesù Cristo come suo salvatore nella Prima chiesa battista, la piccola comunità religiosa che la sua famiglia frequentava tre giorni la settimana a Dyess, in Arkansas. Fu nella stessa chiesa che J.R. avrebbe fatto il suo debutto in pubblico, accompagnato al pianoforte da sua madre, Carrie Cash. Il pezzo scelto era un inno di fine Ottocento, The Unclouded Day.

Nel 1970, J.R. era conosciuto semplicemente come Johnny Cash, probabilmente il più famoso country-music entertainer del pianeta e anche conduttore del suo varietà. Oltre alle superstar country, rock, pop e gospel del momento, The Johnny Cash Show accese i riflettori anche su altri membri della famiglia Cash, come Maybelle Carter, le sue figlie Helen e Anita e la moglie di Johnny, June Carter Cash.

Il 13 maggio, appena tre giorni dopo la Festa della Mamma nel 1970, lo show giunse alla fine della sua prima stagione su ABC con un episodio a tema Headliners: Country and Western Greats, con Marty Robbins, Tex Ritter e Roy Acuff. C’era anche la madre 66enne di Johnny, che lo accompagnò al pianoforte all’Auditorium Ryman cantando The Unclouded Day. Il brano divenne noto come Uncloudy Day ed è stato eseguito da star come Willie Nelson, Randy Travis, Don Henley e dagli Staple Singers, con Bob Dylan che, in un’intervista, ha ricordato la loro cover come “la cosa più misteriosa che abbia mai sentito”.

Questa versione madre-figlio di The Unclouded Day per il pubblico televisivo nazionale ha più o meno riecheggiato l’atmosfera di una chiesa rurale dei decenni passati. Deliberatamente più lento e cantato da Cash con sobria reverenza, si pone in netto contrasto con alcune delle interpretazioni più vivaci offerte negli ultimi anni.

Alla fine della loro esibizione, Cash dice alla madre: “Mamma, andava bene”. E aggiunge: “È stato perfetto”, forse per rassicurare Carrie che non era abituata a esibirsi per le telecamere. È una chiusura del cerchio per i due, in quanto è stata proprio lei a costruire la fiducia del figlio durante le prime performance in chiesa, che in seguito Cash ha ricordato come “orribili”, specialmente quando lo accompagnava al piano qualcuno che non fosse la madre. La sicurezza di Cash nelle sue capacità, tuttavia, sarebbe cresciuta man mano che la voce acuta e giovane avrebbe sviluppato il registro più profondo per il quale divenne famoso.

Leggi anche