Fedez, Tananai e Mara Sattei raccontano ‘La Dolce Vita’: ascolta il brano | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Fedez, Tananai e Mara Sattei raccontano ‘La Dolce Vita’: ascolta il brano

È ufficialmente iniziata la corsa al tormentone

È arrivato il secondo anticiclone e con lui anche le prime canzoni estive, quelle che con buona probabilità sentiremo fino a ottobre negli spot, in spiaggia, ovunque.

E non poteva mancare Fedez, che dopo Achille Lauro e Orietta Berti scelti l’anno scorso per Mille, torna quest’anno con un brano in collaborazione con Tananai e Mara Sattei. Il brano si chiama La Dolce Vita e potete ascoltarlo qui sotto:

«Sono felice di questa splendida collaborazione, ci siamo divertiti a scriverla, cantarla e interpretarla. Si percepisce nell’aria che c’è il desiderio di tornare a scatenarsi, per cui spero che questo pezzo faccia ballare tutti, tutta l’estate», dice Fedez.

Il rapper ha condiviso su Instagram un ricordo legato alla registrazione del pezzo, avvenuta poco prima che fosse operato per il tumore al pancreas:

«3 giorni prima dell’operazione per la rimozione del pancreas ho deciso di andare in studio a registrare le voci di questa canzone a cui stavo lavorando prima che la mia vita cambiasse così repentinamente, credo di averlo fatto un po’ per distrarmi da tutto quello che mi stava accadendo ma anche perché non avrei saputo le condizioni successive all’intervento e se mai sarei stato in grado di cantare nel breve periodo.
Nel testo dico “la vita senza amore non mi farà mai bene” e mai come in quei giorni così come oggi questa frase potrebbe benissimo essere il mio piccolo mantra.
Appena dimesso, lo stesso giorno sono tornato in studio con Leo. Ho condiviso con lui tutto il processo di arrangiamento e chiusura del brano proprio perché “la vita senza amore dimmi tu che vita è”.
Avere lui al mio fianco riusciva a farmi dimenticare dei lancinanti dolori post operatori.
La nascita di questa canzone mi ha fatto capire quanto sia importante la musica nella mia vita, di quanto sia quasi un bisogno vitale, la parte più profonda di me e voglio dedicarla a mia moglie, ai miei splendidi figli e a tutte le persone che ci hanno lavorato.
Perché senza di loro non avrei mai trovato la forza di accendere quel microfono.
Perché anche se sono solo canzoni, le storie che ci sono dentro sono profonde come le cicatrici della vita.
Grazie 💖».

Che l’estate abbia inizio.