Fedez recensisce Fedez: ecco il mio “Pop-Hoolista” | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

Fedez recensisce Fedez: ecco il mio “Pop-Hoolista”

I pezzi con Elisa e Malika Ayane, la canzone su Barbara D'Urso, una stoccatina a Vasco. Il rapper (e neo giudice di X Factor) parla del suo nuovo album

Ha chiamato l’album (che esce oggi) Pop-Hoolista perché «da una parte mi diranno che sono un populista, dall’altro che sono un hooligan del pop, perché io non sono un rapper, sono un artista pop».

E ha commentato in esclusiva per Rolling Stone alcune delle tracce:

Pop-Hoolismo (feat. Elisa)
«Non è un pezzo rap, non è un pezzo pop, è un pezzo che riprende il vecchio cantautorato: chitarra, voce. È la canzone più particolare e la più rischiosa».

L’hai voluto tu
«È il mio “pezzo Vasco”. Sarebbe riassumibile in “problemi del primo mondo”: gente di successo che si lamenta del successo».

Non c’è due senza trash
«È la lettera di uno stalker a Barbara D’Urso. È una canzone molto Blink-182. Finisce con “la tv spazzatura c’inquina, Barbara D’Urso: tombola”. Credo che abbia il potenziale per poter essere molto virale per Internet, ma in radio non la passeranno mai. È nato da un pezzo di Bloodhound Gang, The Ballad of Chasey Lain, che è la lettera di uno stalker a una pornostar. Mi son detto: anch’io voglio fare un pezzo così. E a chi lo dedico? A Barbara D’Urso. Poi certo, io ci metto delle vene sociali perché mi piace parlare di quello perché mi sembra interessante provare ad analizzare e descrivere quel tipo di mondo».

Generazione boh
«Ci punto molto, anche se non è un pezzo da radio generalista».

Sirene (feat. Malika Ayane)
«È un parallelismo tra le sirene di Ulisse e quelle della polizia e, più in largo, tra il mare e la società».

Vivere in campagna pubblicitaria
«Ho preso tutti i personaggi storici e gli ho fatto fare i testimonial delle pubblicità. C’è Mussolini che fa la pubblicità per il detersivo per capi neri (ma si raccomanda di appenderli alla rovescia)».

Veleno per topic (feat. Lucioz)
«È il mio street single».

Moet Sciandon
«È un pezzo dove io parlo come se fossi il Moët & Chandon (scritto in modo diverso per problemi di copyright). Faccio un’analisi sociale sullo status di ricchezza delle discoteche e dei rapper americani e italiani».

Voglio averti account
«È la storia di un amore nerd».

 

Altre notizie su:  Elisa Fedez Malika Ayane Vasco Rossi