ETD #ètuttodiverso, a Milano un festival dedicato al dialogo tra disabilità e arte

Nella seconda edizione, programmata per il 10 giugno, workshop, talk, mostre e live per sensibilizzare giovani e adulti

«Si può sentire la musica senza ascoltarla? Si può gustare il cibo toccandolo?», queste alcune delle sfide poste da ETD #ètuttodiverso al suo pubblico. Il festival – la seconda edizione è programmata per il 10 di giugno, alla Cascina Linterno / Parco delle Cave di Milano – è un viaggio per approfondire il tema della disabilità, e sensibilizzare giovani e adulti a conoscere una differente condizione di vita. La diversità come risorsa, attraversata da forme nuove d’arte e intrattenimento.

Come già successo per la prima edizione, gli spazi della Cascina Linterno saranno suddivisi per costruire un viaggio a più tappe: workshop, talk, mostre e live musicali. Come sempre, il ricavato sarà devoluto all’Associazione il Gabbiano: noi come gli altri, dedicata al servizio dei disabili. Lo scorso anno i 900 presenti hanno raccolto circa 1400€.

La programmazione è divisa in tre momenti. Si parte alle 11 con la fase diurna: conferenze e lezioni di musica con i fondatori dell’orchestra per disabili AllegroModerato, poi cucina tattile con la food designer Giulia Soldati. Nel pomeriggio si esibirà il coro Checcoro, poi il talk di Netflix & Think sulla disabilità con ospite tra gli altri Violetta Bellocchio e infine i djset di dBEETH, Eurocrash e Mr. Island. La sera, infine, ecco Typo Clan, Materianera e la passeggiata notturna nel Parco delle Cave.

Per tutte le informazioni visitate la pagina facebook dell’evento, o quella dedicata alla raccolta fondi.