Home Musica News Musica

Enrico Nigiotti è indagato per frode alle assicurazioni

“Ho sempre rispettato la legge”, ha detto il cantautore, accusato di aver falsificato la documentazione sanitaria di un incidente stradale per avere un risarcimento più alto

Enrico Nigiotti

Foto: Federico Sorrentino

Il cantante Enrico Nigiotti è tra gli indagati di “Triade Sicura”, una recente inchiesta della Procura di Livorno su presunte frodi alle assicurazioni. Alcuni degli indagati – in totale sono 71 – sono stati arrestati. Le accuse sono associazione a delinquere, fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona: gli indagati avrebbero falsificato decine di documenti per incassare un risarcimento più alto delle compagnie assicurative.

Per quanto riguarda Nigiotti, avrebbe accettato di falsificare un referto medico dopo un incidente avvenuto nel febbraio del 2018, nel comune di Sanremo. Il cantautore ne ha parlato in un post pubblicato sui social: “Riguardo l’operazione Triade Sicura, attualmente non sono a conoscenza degli atti di indagine avendo saputo solo il titolo di reato per il quale si sta procedendo”, scrive Nigiotti. “Io sono rimasto coinvolto un anno fa in un brutto incidente stradale nel quale ho rischiato la vita. Confido di poter chiarire il prima possibile la mia posizione, ma ho piena fiducia nella magistratura. Al momento posso solo dichiarare la mia estraneità a qualsiasi fatto di natura illecita, avendo sempre agito nel pieno rispetto della legge”.

Altre notizie su:  Enrico Nigiotti