Home Musica News Musica

Ecco quanto dovrà pagare Katy Perry per il plagio di ‘Dark Horse’

Spolier: considerato che il brano ha generato introiti per circa 40 milioni, poteva andare decisamente peggio

Qualche giorno fa era arrivata la sentenza: Dark Horse, terzo estratto dall’album Prism di Katy Perry nonché secondo singolo più venduto del 2014 è un plagio di Joyful Noise, brano scritto dal rapper cristiano Marcus “Flame” Gray.

Ora il Tribunale di Los Angeles ha reso noto a quanto effettivamente ammonti il risarcimento per Flame: 2,7 milioni. Non tutti da imputare a Katy, chiaramente, che dovrà versare ‘solo’ 550mila dollari. 1,3 milioni saranno versati da Capitol Records – etichetta discografica di Katy – la restante parte è a carico degli autori del brano, Max Martin e e Dr Luke. Gli avvocati di Flame, il cui vero nome è Marcus Gray, avevano chiesto 20 milioni, ma si dichiarano comunque piuttosto soddisfatti del verdetto.

Considerato che, facendo due calcoli, il brano ha generato introiti per 40 milioni, poteva andare decisamente peggio.

Leggi anche