Home Musica News Musica

È stata presentata una class action contro Tidal e Kanye West

"Kanye ha il potere di mandare un tweet e scatenare la reazione di 2 milioni di persone. Questa causa vuole sottolineare la sua responsabilità quando abusa di questo potere", dice l'avvocato

kanye west

Un uomo della California ha contattato uno studio di avvocati di Chicago per presentare una class action contro Tidal, di proprietà di Jay Z, e Kanye West riguardo l’esclusività di The Life of Pablo. Il cuore dell’azione legale, presentata lunedì nella corte distrettuale di San Francisco, è il fatto che West e Tidal abbiano ingannato i consumatori facendo credere loro che The Life of Pablo sarebbe stato disponibile esclusivamente su Tidal, salvo poi apparire su altri servizi di streaming sei settimane dopo.

Nella causa, presentata per conto del cittadino Justin Baker-Rhett, lo studio legale Edelson PC accusa Tidal e West di aver utilizzato l’esca di un mese gratuito di utilizzo della piattaforma oltre all’esclusività dell’album di Kanye West per aumentare le iscrizioni al servizio che era, per dirla con le loro parole, “traballante, sull’orlo del collasso”. “I consumatori sono stati collettivamente ingannati nel fornire i loro dati personali e i dati della carta di credito a causa di una singola menzogna”, recita il testo.

La causa, del valore di 5 milioni, richiede la rimozione da parte di Tidal delle “informazioni private” di Baker-Rhett e di tutti coloro che si uniranno alla class action. “In realtà, nè Mr. West nè la S. Carter Enterprises (la compagnia di Jay Z, ndt) hanno mai avuto intenzione di distribuire The Life of Pablo esclusivamente su Tidal”, riporta il testo. “Al contrario, loro – essendo a conoscenza dei problemi economici di Tidal ma non volendo investire i propri soldi per salvare la compagnia – hanno scelto di indurre milioni di americani a pagare per la salvezza di Tidal”.

In una dichiarazione a Rolling Stone, il fondatore di Edelson PC, Jay Edelson dice, “Kanye ha il potere di mandare un tweet e scatenare la reazione di 2 milioni di persone. Questa causa vuole sottolineare la sua responsabilità quando abusa di questo potere”.

I rappresentati di Tidal, di West e di Jay Z non hanno risposto alla richiesta di commenti.

Tra il 15 e il 16 di febbraio, Kanye West aveva dichiarato in due tweet le sue intenzioni di avere in esclusiva su Tidal sia il suo album sia la serie di release Good Friday.

“Nel momento in cui Mr. West ha cambiato percorso e ha pubblicato The Life of Pablo su altre piattaforme, l’ingannevole piano marketing ha raggiunto il suo scopo”, continua il testo presentato. “Il numero di iscritti a Tidal è triplicato, la quantità di streaming ha raggiunto livelli altissimi e Tidal ha raccolto informazioni personali, numeri di carte di credito, informazioni sui social medie di milioni di consumatori ingannati. Come risultato, la valutazione di Tidal, la linfa vitale di ogni nuova startup, è lievitata”.

Altre notizie su:  Kanye West