È morto Vangelis, il compositore delle colonne sonore di ‘Blade Runner’ e ‘Momenti di gloria’ | Rolling Stone Italia
Home Musica News Musica

È morto Vangelis, il compositore delle colonne sonore di ‘Blade Runner’ e ‘Momenti di gloria’

Aveva 79 anni ed era ricoverato in un ospedale francese. Nel corso della sua carriera ha suonato nel gruppo prog Aphrodite’s Child e pubblicato grandi album di musica elettronica

Vangelis

Foto: Fred Mott/Getty Images

È morto Vangelis, il musicista e compositore greco conosciuto per le colonne sonore di Blade Runner e Momenti di gloria (con cui ha vinto un premio Oscar nel 1982). Aveva 79 anni ed era ricoverato in un ospedale francese, come ha confermato un suo portavoce.

Vangelis, che in realtà si chiamava Evangelos Papathanassiou, era nato a Volo, in Tessaglia, nel 1943, ma è cresciuto ad Atene. Nel 1968 lascia il suo Paese e si trasferisce a Parigi, dove ha fondato la band prog rock Aphrodite’s Child, insieme ad altri musicisti greci. Il gruppo ha pubblicato tre album: il più noto è 666 del 1972, un doppio ispirato all’Apocalisse di Giovanni. Due anni dopo, nel 1974, cura gli arrangiamenti del disco E tu… di Claudio Baglioni (ne abbiamo parlato qui).

Negli anni ’70 inizia la carriera da solista, che lo porterà a pubblicare diversi notevoli album di elettronica e a scrivere musica per il cinema, inizialmente collaborando col regista francese Frédéric Rossif. È grazie a una delle colonne sonore scritte in questo periodo che arriva l’occasione di lavorare al film del 1981 Momenti di gloria.

L’anno successivo, nel 1982, scrive la musica di Blade Runner. È la prima collaborazione con Ridley Scott, con cui tornerà a lavorare per 1492 – La conquista del paradiso. Nel corso della sua carriera Vangelis ha scritto anche musica per eventi internazionali, tra cui l’inno per i Mondiali in Giappone e Corea del Sud del 2022.

«Era un grande compositore e ha raggiunto l’eccellenza a livello mondiale», ha detto Nikos Dendias, Ministro degli Esteri greco. «Lo salutiamo ringraziandolo per quello che ha offerto alla musica, alla cultura e al Paese».

Altre notizie su:  Vangelis