Home Musica News Musica

È morto Paul Kantner, chitarrista e fondatore dei Jefferson Airplane

Era l'anima della band che ha fatto conoscere il sound di San Francisco alle masse, e del loro spin-off, i Jefferson Starship

Paul Katner in un'esibizione dei Jefferson Starship, foto Tom Hill/WireImage

Paul Katner in un'esibizione dei Jefferson Starship, foto Tom Hill/WireImage

Paul Kantner, membro fondatore, cantante e chitarrista dei Jefferson Airplane e Starship, è morto giovedì sera a 74 a seguito di una disfunzione multiorgano dopo un attacco di cuore.

Kantner è stato uno degli inventori del sound psichedelico che ha caratterizzato i tardi anni ’60: riverberi sognanti sotto linee di chitarra semplici e nebbiosi. I Jefferson Airplane si sono formati nel 1965 e in pochi anni hanno pubblicato pezzi indimenticabili come Somebody To Love e White Rabbit. Cinque dei sette album della band sono diventati dischi d’oro, come Surrealistic Pillow del 1967 e Crown of Creation del 1968.

Nei primi ’70 Kantner ha pubblicato un disco solista, Blows Against the Empire, con la cantante dei Jefferson Grace Slick, creditandolo come “Paul Kantner and Jefferson Starship”. Così sono nati i Jefferson Starship, che hanno avuto grossi successi commerciali come con il doppio platino del 1975 Red Octopus. Kantner ha lasciato la band nel 1984, per poi tornare nel 1992.

Paul Lorin Kantner è nato a San Francisco 17 marzo 1941. I Jefferson Airplane sono nati quando Kantner suonava in una band folk con il cantante e chitarrista Marty Balin e la cantante Signe Toly Anderson. Al gruppo si sono aggiunti il chitarrista Jorma Kaukonen e il bassista Jack Cassidy. Balin ha preso il chitarrista Skip Spence per fargli fare il batterista – perché “sembrava un batterista” – e così è nata la prima formazione dei Jefferson. All’inizio il loro rock era fatto di reminiscenze dei Beatles, folk, blues e ballate. Sono state la prima band di San Francisco a firmare per una major.

Il primo album dei Jefferson del 1966, Jefferson Airplane Takes Off, non ha avuto molta fortuna, ma con l’arrivo della modella diventata cantante Grace Slick le cose sono cambiate. Con la sua voce potente la band ha registrato i pezzi di maggiore successo, e sono diventati il simbolo del movimento dell’amore libero. Nel 1967 l’album Surrealistic Pillow ha portato il “San Francisco Sound” alle masse.

La storia dei Jefferson Airplane si è interrotta nei primissimi anni ’70, e Kantner ha formato i Jefferson Starship insieme a Slick e in seguito a Balin (per Red Octopus). Nel 1980 Kantner era l’unico rimasto nella band dei membri originali degli Airplane, ma ha continuato a suonare per tutta la vita, per «dare una coscienza alla gente» ma anche «per farle divertire. Quando mi guardo indietro penso che alla fine pensavamo solo “Ci stiamo divertendo”. Ci divertivamo nonostante la merda che ci capitava attorno»

Altre notizie su:  jefferson airplane paul Kantner