Home Musica News Musica

È morto Krzysztof Penderecki, il compositore che ha stregato Jonny Greenwood

Aveva 86 anni. Era uno dei grandi del Novecento. Aveva diviso il palco col chitarrista dei Radiohead e aveva collaborato con Beth Gibbons dei Portishead per una versione della terza sinfonia di Górecki

Krzysztof Penderecki

Foto: Archie Kent/ullstein bild via Getty Images

È morto a 86 anni Krzysztof Penderecki, uno dei grandi compositori del novecento. I familiari hanno dato la notizia ai media polacchi. Penderecki era uno dei massimi esponenti dell’avanguardia musicale polacca: ha studiato pianoforte e violino al Conservatorio di Cracovia, dove ha a lungo insegnato all’Accademia di musica. Era amato anche dai musicisti rock.

Tra le opere più importanti della sua carriera ricordiamo la Trenodia per le vittime di Hiroshima, la Polymorphia per 48 strumenti ad arco, il requiem per la memoria di Papa Giovanni Paolo II. Ha firmato anche otto sinfonie, e la sua musica è stata usata per la colonna sonora di Shining e dell’Esorcista. Negli ultimi anni ha anche collaborato con Jonny Greenwood dei Radiohead e Beth Gibbons dei Portishead.

Il chitarrista ha incontrato Penderecki dopo un concerto. “Gli ho stretto la mano come un fanboy triste”, ha raccontato al Guardian. Insieme hanno rivisitato la Trenodia e Polymorphia. In un album pubblicato dalla Nonesuch, le composizioni di Penderecki sono affiancate a quelle di Greenwood, che ha scritto 48 brevi ‘risposte’ alla Polymorphia del polacco.

Per quanto riguarda Beth Gibbons, il compositore ha diretto la Polish National Radio Symphony Orchestra per la interpretazione della Symphony of Sorrowful Songs op. 36 di Henryk Górecki.

Leggi anche