Home Musica News Musica

È morto Justin Townes Earle


Il cantautore americano, figlio di Steve Earle, aveva solo 38 anni. «È sempre stato gentile con me e se n'è andato troppo presto», ha detto Margo Price

Foto: Joshua Black Wilkins

Justin Townes Earle, cantautore conosciuto per il particolare mix tra vecchia roots music e nuova Americana, è morto a 38 anni. La scomparsa è stata confermata da un rappresentante di New West Records, la sua etichetta, ma al momento la causa del decesso è ancora sconosciuta.

«È con grandissima tristezza che vi informiamo della scomparsa del nostro figlio, marito, padre e amico Justin», dice il post pubblicato sulla pagina Instagram di Earle. «Nel corso degli anni molti di voi si sono affidati alla sua musica e alla sue parole, e speriamo che possano continuare a guidarvi nel vostro viaggio. Ci mancherai molto, Justin».

Figlio di Steve Earle, Justin Townes Earle aveva una presenza magnetica sul palco. Ma sono gli album, come Harlem River Blues del 2010, l’introspettivo Kids in the Street del 2017 e l’ultimo The Saint of Lost Causes, che riassumono al meglio il fascino della sua musica. Era uno dei musicisti più amati del giro dell’Americana: nel 2009 è stato nominato Emerging Act of the Year dall’American Hnors & Awards, mentre nel 2012 è diventato Artist of the Year.

«Ho passato tanti bei momenti e scritto tanta bella musica con JTE. Sono davvero triste per la sua famiglia», ha detto Jason Isbell su Twitter. «È sempre stato gentile con me e se n’è andato troppo presto», ha scritto Margo Price.

Altre notizie su:  Justin Townes Earle