Home Musica News Musica

È morto John Berry, fondatore dei Beastie Boys

Al chitarrista della band si deve l'invenzione del nome

La prima formazione dei Beastie Boys sulla copertina di "Polly Wog Stew"

La prima formazione dei Beastie Boys sulla copertina di "Polly Wog Stew"

John Berry, uno dei membri originali dei Beastie Boys, è morto giovedì mattina alle 7.30 in un istituto di Danvers, Massachusetts. Aveva 52 anni.

John Berry III, il padre di Berry, ha confermato la scomparsa di suo figlio a Rolling Stone. Ha aggiunto che soffriva di demenza frontotemporale, che era peggiorata negli ultimi mesi.

A Berry si deve l’invenzione del nome Beastie Boys, quando ancora erano adolescenti. Frequentò la Walden School di New York con Mike D. Nel luglio del 1981, assieme a Diamond, fondò il gruppo a cui poi si unirono Adam Yauch e Kate Schellenbach. Il primo concerto dei Beastie Boys si tenne al vecchio loft di Berry, all’angolo tra la West 100th Street e Broadway, nell’Upper West Side di Manhattan, di fronte a una piccola folla accorsa per sentire la band hardcore/punk.

Berry ha poi suonato sul primo Ep dei Beastie Boys, Polly Wog Stew, registrato ai 171A studios nel novembre 1982. Lasciò il gruppo poco dopo, seguito poi dalla Schellenbach nel 1983. Adam Horovitz (Ad-Rock) prese il posto dei due. Berry ha anche suonato in altre band, tra cui Even Worse, Big Fat Love, Highway Stars e Bourbon Deluxe.

I Beastie Boys non hanno mai ignorato il ruolo di Berry nella band. Quando sono stati ammessi alla Rock and Roll Hall of Fame nel 2012, Horovitz ha letto un discorso di Adam Yauch, che sarebbe scomparso poco dopo a causa di un cancro. Il discorso di Yauch parlava di John come uno dei più importanti membri della band.

Altre notizie su:  Beastie Boys