Home Musica News Musica

È morto il grande contrabbassista jazz Gary Peacock

Aveva 85 anni. Aveva suonato con alcuni fra i massimi jazzisti, da Albert Ayer a Paul Bley, ma era noto soprattutto per aver fatto parte dello Standards Trio con Keith Jarrett

Gary Peacock, al centro, con Keith Jarrett e Jack DeJohnette alla Carnegie Hall nel 2001

Foto: Hiroyuki Ito/Getty Images

È morto il contrabbassista jazz Gary Peacock. Lo riporta NPR che ne ha avuto conferma dai famigliari. Il musicista aveva 85 anni ed è morto venerdì 4 settembre nella sua casa nello Stato di New York. Le cause del decesso non sono ancora note.

Peacock aveva suonato con alcuni fra i più grandi: Albert Ayler, Bill Evans, Paul Bley, Miles Davis, Tony Williams, Keith Jarrett. Nato nell’Idaho nel 1935, ma cresciuto nello Stato di Washington, aveva scoperto la musica grazie a una delle leggendarie serate Jazz at the Philharmonic, con Oscar Peterson e Ray Brown. Dopo aver fatto il servizio militare in Germania, era tornato negli Stati Uniti dove si era fatto notare prima nella scena di Los Angeles e poi in quella di New York.

Dopo una pausa dalla musica durante la quale aveva vissuto in Giappone, Peacock era tornato a suonare all’inizio degli anni ’70. Alla fine del decennio aveva formato con Jarrett e il batterista Jack DeJohnette lo Standards Trio, definendo nell’arco di una ventina di dischi un modello per il trio jazz guidato dal pianoforte. Il suo ultimo disco da bandleader è Tangents del 2017 registrato con il pianista Marc Copland e il batterista Joey Baron.