Home Musica News Musica

È morto il dj Claudio Coccoluto

Aveva 59 anni ed era una delle figure centrali della club culture italiana

Claudio Coccoluto nel 2013

Foto: Ernesto Ruscio/Getty Images

È morto Claudio Coccoluto. Il dj si è spento oggi alle 4.30 nella sua abitazione a Cassino, in provincia di Roma. Aveva 59 anni ed era malato da tempo. Lascia la moglie Paola e ai figli Gianmaria e Gaia. 

Nato a Gaeta nel 1962, aveva cominciato a mettere dischi nel negozio di elettrodomestici del padre per poi diventare un dj di livello internazionale e punto di riferimento per la club culture del nostro Paese. Nel suo sito ufficiale scriveva che il primo dei suoi 70 mila dischi era stato Goats Head Soup dei Rolling Stones, acquistato a soli 9 anni.

«Se ne va il maestro più grande e l’amico di sempre», dice Giancarlo Battafarano, con cui aveva fondato il Goa a Roma, citato dal Corriere della Sera. «Ha dato cultura alla musica nei club come dj e artista fuori dal coro. Sempre pronto a metterci la faccia con i media sia per gli aspetti gioiosi sia per i problemi del nostro settore. Con lui se ne va una parte di me».

L’ultima frase lasciata sui social è di Nietzsche e risale a un mese fa circa: «E coloro che furono visti danzare vennero giudicati pazzi da quelli che non potevano sentire la musica».

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Claudio Coccoluto (@coccodj)

Altre notizie su:  Coccoluto