Home Musica News Musica

È morto Alan Merrill, co-autore di ‘I Love Rock ’N’ Roll’

Aveva 69 anni, c’entra il coronavirus. A metà anni ’70 aveva scritto con gli Arrows la canzone portata al successo da Joan Jett e Britney Spears

Alan Merrill degli Arrows nel 1975

Foto: Michael Putland/Getty Images

È morto Alan Merrill, membro degli Arrows e co-autore di I Love Rock ’N’ Roll, la canzone portata al successo da Joan Jett e rifatta da Britney Spears. Lo ha annunciato ieri su Facebook la figlia Laura Merrill.

“Il coronavirus si è portato via mio padre questa mattina”, scrive la figlia. “Mi hanno dato due minuti per dirgli addio prima di portarmi via di corsa. Sembrava tranquillo e mentre me ne andavo avevo ancora un barlume di speranza che mio padre non sarebbe diventato una notizia breve sugli schermi dei notiziari televisivi. Ho fatto 50 isolati a piedi fino a casa con la speranza nel cuore. La città che conoscevo era vuota. Mi sembrava di essere l’unica persona lì e forse lo ero. Quando sono arrivata al mio appartamento ho ricevuto la notizia: se n’era andato. Com’è possibile? Ero a un suo concerto due settimane fa. Gli avevo appena scattato una foto per il suo nuovo album. Ci eravamo scambiati messaggi poco prima. Aveva minimizzato il raffreddore che credeva di avere. Ho scherzato un milione di volte sul ‘Rona’: quanto mi sento stupida adesso. Prendete seriamente questa roba”.

Alan Merrill, newyorchese, era nato nel 1951. Era figlio della cantante jazz Hellen Merrill e del jazzista Aaron Sachs. Aveva avuto giovanissimo un certo successo in Giappone dove aveva assunto il cognome della madre: Merrill suonava meglio di Sachs in bocca alle giovani fan giapponesi. Aveva fondato gli Arrows nel 1974 e l’anno dopo scritto I Love Rock ’N’ Roll con il compagno nella band Jake Hooker.

I Love Rock ’N’ Roll è stata portata al successo da Joan Jett. La rocker ne ha registrate due versioni, quella decisiva è la seconda, pubblicata nel 1982 nell’album che prendeva il titolo dal pezzo. Britney Spears ne ha incluso una versione nell’album del 2001 Britney, quello di I’m a Slave 4 U, introducendola a un nuovo pubblico. La canzone, ha detto Merrill, era una sorta di risposta a It’s Only Rock’n’Roll (But I Like It) dei Rolling Stones.

Joan Jett ha salutato Merrill ricordando su Facebook di quando vide in tv per la prima volta gli Arrows suonare la canzone e capì subito che era una hit.

Altre notizie su:  Leslie Allen