Home Musica News Musica

Dove sono finiti i Tame Impala? Ecco i primi indizi del loro ritorno

Dopo il successo del 2012, la band australiana sono è divisa in progetti paralleli. Ma dicono che il loro 2015 "sarà straordinario". Nuovo disco in arrivo

Che fine ha fatto i Tame Impala? Torneranno mai? La risposta è contenuta in più di un album, tutti in uscita tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015. Il primo in ordine di pubblicazione è quello di Mark Ronson, Uptown Special (ascoltatelo qui), per cui Parker ha prestato la voce e composto – a quattro mani con il musicista e produttore inglese – il secondo singolo Daffodills: l’improbabile ma efficace unione tra l’aura psichedelica di uno e le influenze dance/funk dell’altro. Il leader dei Tame Impala ha poi prestato il suo talento di musicista anche per i brani Summer Breaking e Leaving Los Feliz.

Ascolta l’audio di “Daffodils”:

Nel frattempo anche il tastierista Jay Watson e il bassista Nick Allbrook sono tornati in studio con il loro progetto parallelo Pond, realizzando l’album Man, It Feels Like Space Again (in uscita il 27 gennaio) e programmando una lunga serie di live, tra cui l’unica data italiana il 6 marzo al Covo Club di Bologna.

E i Tame Impala? Kevin Parker, Jay Watson, Dominic Simper, Cam Avery e Julien Barbagallo mantengono il loro misterioso riserbo e lasciano che ad annunciare il loro ritorno sia l’agenzia Spinning Top Music, attraverso un sorprendente annuncio finito nella posta di tutti gli iscritti alla mailing list: “Il 2015 sarà un anno straordinario. Usciranno i nuovi album di Pond, Tame Impala, The Growl, Gunns e Fascinator, e saranno seguiti da tour in tutto il mondo”.

E così come il suono che li contraddistingue, anche le notizie sul nuovo disco sono piuttosto rarefatte. Si sa soltanto che sarà «meno rock e più elettronico», secondo quanto dichiarato da Watson in un’intervista a FasterLouder. Nessuna certezza, invece, sulla data di pubblicazione. Ai fan dei Tame Impala non resta quindi che aspettare l’ennesima sorpresa, intrattenendosi, nel frattempo, con l’album di Mark Ronson e con i nuovi brani dei Pond.

Leggi anche