Home Musica News Musica

Donald Trump vuole liberare A$AP Rocky dopo l’incontro con Kanye West

Yeezy ha fatto pressione sul presidente degli Stati Uniti, che interverrà personalmente nel caso del rapper arrestato lo scorso 30 giugno a Stoccolma dopo una rissa

Shutterstock

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha scritto su Twitter che, dopo aver parlato con l’amico Kanye West, interverrà personalmente nel caso di A$AP Rocky, ancora in arresto in Svezia. “Ho appena parlato con Kanye West della reclusione suo amico A$AP Rocky” ha scritto Trump. “Chiamerò il talentuoso primo ministro svedese per vedere cosa possiamo fare per aiutare A$AP Rocky. Tante persone vorrebbero veder risolto questo caso il prima possibile!”.

Il tweet di Trump arriva dopo la notizia in cui si riportavano le pressioni di Kanye West e Kim Kardashian sulla Casa Bianca, in particolare sul consigliere di Trump – nonché suo genero – Jared Kushner. I due coniugi, infatti, avrebbero insistito perché il presidente facesse pressione sul governo svedese per la liberazione di A$AP Rocky, detenuto da più di due settimane a Stoccolma per sospetto di aggressione aggravata.

Ieri, parlando con i giornalisti, Trump ha riferito che la prima a parlargli di Rocky è stata la moglie Melania: “Il caso di A$AP Rocky riguarda la Svezia. La Svezia è un grande paese e sono miei amici”, ha spiegato Trump, aggiungendo che “per questo caso sono stato contattato da tantissime persone, A$AP Rocky ha un seguito incredibile”.

Melania Trump ha aggiunto a sua volta: “Lavoreremo con il Dipartimento di Stato e speriamo di riaverlo a casa presto”

Tantissime celebrità hanno espresso il loro supporto in difesa di A$AP Rocky. “Mai più Svezia per me“, ha scritto su Twitter Tyler, the Creator in un post ripreso anche da Schoolboy Q, Jaden Smith e Meek Mill con l’hashtag #freeasaprocky. Nel frattempo, una petizione lanciata l’otto luglio su Change.org ha superato 600mila firme, grazie anche al supporto via social di T.I., Justin Bieber, Post Malone, Diddy, Nicki Minaj e molti altri.

Nel frattempo, anche Justin Bieber è entrato in campo. Con un tweet rivolto al Presidente degli Stati Uniti, il cantante di Sorry ha espresso gratitudine per il gesto ma ha ricordato a tutti che gli USA stanno detenendo migliaia di bambini e figli di migranti che hanno tentato di varcare il confine fra Mesico e Stati Uniti. “Voglio che il mio amico venga liberato. Apprezzo l’aiuto che gli stai dando, ma visto che ci sei puoi anche liberare tutti quei bambini dalle gabbie?”

Altre notizie su:  Donald Trump Kanye West